Pubblicato il in News, People's Poker Tour, Poker

DSC_2710

 

 

   Tra i momenti piacevoli

    del blog,

    l’intervista a Vanessa Marino

   raccolta da Ivan Fantasia

 

 

 

Cari amici, proprio in questi giorni stiamo mettendo a punto il palinsesto di quelli che saranno i collegamenti tra Budapest e il resto del mondo. A Kranjska avevamo improvvisato, in Ungheria procederemo con maggiore metodo, sempre senza rinunciare alle opportunità, oggi imprevedibili, che si possono incontrare nel concreto svilupparsi degli eventi. In ogni caso per questo blog, attorno al quale ruota l’intera comunicazione di People’s Poker Network, sarà un altro passo in quel un processo di crescita tumultuosa e inarrestabile che ha un solo e assoluto protagonista: il giocatore che ci segue. Il nostro impegno cresce col crescere del suo interesse, testimoniato non solo dal numero dei contatti giornalieri ma soprattutto dalla sua partecipazione attiva. Ormai siamo, letteralmente, inondati da messaggi che spaziano attraverso tutti gli argomenti, dai dubbi di natura contabile alle crisi esistenziali favorite dalla natura bizzarra e a volte impietosa del nostro gioco. Spesso leggiamo proposte interessanti che provvediamo a girare agli uffici competenti, non di rado arrivano insulti irripetibili, spesso leggiamo testimonianze di amicizia e di stima, altre volte ci misuriamo con questioni tecniche complesse, con difficoltà contingenti, con blocchi di connessioni o con coppie d’assi scoppiate, o con sospette collusion e offese in chat. Noi leggiamo tutto con interesse, e cerchiamo per tutto una risposta. Qualche volta cestiniamo quando si valicano i confini del buon gusto e del buon senso. Sempre, però, i vostri segnali ci fanno riflettere sulla natura stessa del nostro lavoro, e su come affrontarlo. Abbiamo la presunzione che si debba spingere sull’acceleratore e dare sempre di più, certi che la vostra vigile e spesso critica attenzione sarà la migliore ricompensa alle nostre fatiche. 

(Ivan Fantasia e Vittorio Lusvardi)