Pubblicato il in News, Poker

 

Anche se la voce di uno degli speaker è ancora devastata dal virus Attila – contratto a Budapest, sta facendo onore al suo nome – anche l’undicesima puntata del nostro video blog è andata in onda. Digerita la sbornia ungherese, un evento che segna un’autentica svolta per la nostra poker-room, stiamo faticosamente rientrando nella quotidianità, ma anche questa si dimostra tutt’altro che monotona: le novità incalzano, e in People’s Poker non c’è mai tempo d’annoiarsi.  Ad esempio abbiamo messo mano al palinsesto e creato nuovi tornei,  con tavoli da cinque, che stanno letteralmente spopolando. Poi abbiamo alzato di cinquecentomila euro il minimo garantito, che adesso è di 5,5 milioni di euro al mese. Stiamo inoltre definendo i particolari della prossima avventura live, in Montenegro. Nel video vi raccontiamo tutto questo. Alla fine, quando abbiamo mescolato le carte per parlare di poker giocato, il tempo era già scaduto. Forse servirebbe davvero una terza puntata. Attila permettendo.

🙂