Pubblicato il in News, People's Poker Tour, Poker

m.chinnini

 

 

Mauro Chinnici della troupe

di endemol al lavoro

per poker1mania

alle prese con carta e penna

 

 

 

A volte anche il poker si rifà il trucco: è quanto avviene dietro le quinte di poker1mania, sul palcoscenico di Nova Gorica, dove c’è tutto un brulicare di attività ‘cosiddette secondarie’. Un intero pattuglione  – a volte anonimo – lavora costantemente affinché tutto ‘vada come deve andare’. E se, dopo 12 ore di gioco e di diretta può accadere che una cameramen svenga in scena, c’è anche chi, tra un restyling e una pettinata ai vip di scena, sceglie di mettere mano a foglio&penna. Parliamo di Mauro Chinnici, ‘sognatore di natura, parrucchiere per caso’ come si definisce lui stesso. Eccone i frutti:

Mi ritrovo da un po’ di mesi a questa parte a lavorare per diverse tappe di pokertours nelle quali vengono registrate le partite dei tavoli finali o dei tavoli “vip”per italia uno (sono lì appunto per i vip e le ragazze che accompagnano i players out a fine partita), dell’ormai famosissimo texas hold’em il poker sportivo che anche in Italia a oggi e’ giocato veramente da chiunque. Sono tutti giocatori professionisti adesso…..o almeno cosi crede ognuno di loro. A me neanche a dirlo il poker piace moltissimo ma ancora non me la sento di partecipare a manifestazioni del genere o giocare ai tavoli cash come alcuni mie amici…..comunque in questo momento mi trovo  a Nova Gorica (Slovenia) all’hotel casinò Perla, per l’ultima tappa di quest’anno del People’s poker tour, piattaforma tra le più redditizie sul territorio italiano: 308 iscritti al Main Event, 4 giorni di torneo, partecipanti italiani, la maggior parte dei quali del centro sud e anche un po’ di stranieri….non mi sembra extra-europei…Ma andiamo avanti e arriviamo al nocciolo della questione: la cosa bella è osservare i diversi giocatori…..gente veramente assurda che inizia a sembrarmi davvero fuori di testa ai massimi livelli….mi chiedo se esista qualcos’altro per loro nella vita oltre al poker! Capisco la passione, capisco anche che si possano vincere  dei bei soldi, però alla fine da giocatore amatoriale, mi sembra già di aver capito che comunque ci vuole più culo che altro, anche se accompagnato da una buona parte di conoscenza del calcolo matematico e delle probabilità, oltre a molta freddezza e velocità mentale…..ma se le carte non ti arrivano non ti arrivano e se ti arrivano il più delle volte possono succedere le cose più assurde! Ieri ho visto la cosa più strana e divertente di questo ultimo anno nel quale appunto ho frequentato l’ambiente. Il momento dei break, ogni 2 /3 ore di gioco – a seconda di come decidono all’inizio del torneo  – c’è una pausa di 15 min circa, durante la quale tutti si alzano dai tavoli escono vanno al bagno al bar vanno a fumarsi una sigaretta….Ecco ho seguito i fumatori (moltissimi) e  li ho visti e sentiti e non ci credevo….ma era bellissimo, parlavano a gruppetti di 3/4  tanti capannelli di persone che discutevano fitti fitti e presissimi…….. e sapete di cosa parlavano? delle mani che avevano giocato e per lo più perso……nel loro modo di parlare in super gergo da texana “io avevo kk di BIG BLAIND, quello 99 ANDERDEGAN   REISA, uno FOLDA, l’altro li VEDE gli altri FOLDANO, io RIREISO 2 volte il piatto lui COLLA, l’altro FOLDA……il DILER FLOPPA: k 10 9 io BETTO lui TRIBETTA io FORBETTO lui mi manda la vasca e va OLLIN  io gli PUSCIO e vado a vedere i resti gia ridendo, scopriamo e penso mò DABOLAPPO e forse sono CIPLIDER…. turn 10……..river……..9……POKER DI 9 AL RIVER ma tu puoi crederci porca di quellaXXXXXXXXXXXXXXio ero gonfio pensavo di DABOLAPPARE ero NAZ, gia mi   vedevo al FAINALTEIBOL a ENZAPPARE per il primo  posto ma DioXXXXXXXXXXXXXXsculano tutti con me….oh! io non sculo mai !!!che gioco di XXXXXX!!!”tutti cosi per 15 minuti belli serrati..e poi di nuovo a giocare PER ALTRE 3 ORE……FINO AL PROSSIMO BREAK…..veramente impagabili…..dei MATTI VERI! Vi stimo!’