“Perdenti e contenti”: ecco le conclusioni di un Server truccato!

"Perdenti e contenti": le conclusioni di un server truccato!

Un server truccato

può distribuire

buone carte agli “amici”

già prima del river!

Le nostre provocazioni cominciano già dal titolo: anche questa volta cercheremo di affrontare con serietà, ma con la solita ironia, questo affascinante argomento che ha “solleticato” gli animi di una comunità viva, fatta di veri appassionati di questo gioco ma, allo stesso tempo, persone dotate di grande spirito critico ed altrettanto scetticismo. Prima di scatenare l’ira dei players più agguerriti, precisiamo ancora una volta che siamo solo dei bloggers, che amano il Texas Hold’em come voi e, ancor più, amano discuterne. Non siamo (per fortuna o purtroppo) il Server!

Già nell’articolo precedente (quello sul randomizzatore, per intenderci) non avevamo la pretesa di convincere tutti i nostri lettori sull’argomento “randomizzazione”. Man mano che la discussione andava avanti, nascevano nuove riflessioni: ci rendevamo conto che ciò che resta davvero impresso (ma è anche scontato che sia così) sono le mani in cui si parte molto avanti e si finisce per perdere in malo modo…insomma, ci fanno impazzire gli scoppi “assurdi”!

Proprio per questo vogliamo chiudere il dibattito con l’ultima, decisiva sfida.

Per farlo, però, dobbiamo riepilogare brevemente le accuse più ricorrenti:

– considerato che questo “maledetto server” ha la capacità di leggere le carte di ognuno

– considerato che, dopo aver letto le carte, il “maledetto server” valuta chi gli sta più simpatico

– considerato che, dopo la valutazione, il “maledetto server” distribuisce la carta vincente al river

…dovremmo farci tutti una domanda:

Ma per il “maledetto server” non sarebbe più facile distribuire le carte migliori in partenza, a chi gli sta più simpatico??

In questo modo eviterebbe gli scoppi assurdi (e le conseguenti polemiche) e tutti gli “antipatici” sarebbero, così, “perdenti e contenti”…!

if 🙂