Pubblicato il in News, Poker, World Series Of Poker

 

 

Max Bramati

e Simone gatto

mancano per poco

la zona premi

 

 

Il 6 luglio, qui alle Worl Series of Poker, è la vigilia del main event. I giocatori si preparano, ognuno a suo modo, a giocarsi il tanto atteso evento da 10mila dollari di buy in e che ogni anno coinvolge migliaia di persone. Dopo il Black Friday del poker americano e i problemi da esso derivati, si sprecano le scommesse sul numero esatto di partecipanti, ma siamo sicuri che non rimarremo delusi.

Ma il 6 luglio è anche il giorno in cui due dei nostri ragazzi si giocano la chance di conquistare un braccialetto qui alle WSOP. Alle 14:30 parte il day 2 del No Limit #56 con Max Bramati e Simone Gatto impegnati nel Amazon Pavilion, per loro uno stack rispettivamente di 32mila e 16mila chips, con average a 34mila e due modi diversi di affrontare il torneo.

 

Ore15:45 tutti fuori…

Il nostro sogno dura poco più di un’ora, le nostre speranze svaniscono verso la metà del secondo livello. Non è ancora scoppiata la bolla quando dopo un giro in sala, non scorgiamo più i nostri players tra i tavoli. Nella confusione che da un paio di giorni regna nel Convention Center del Rio Casino, non riusciamo a trovare Max e Simone, probabilmente eliminati mentre noi eravamo in diretta. Ora che tutti i giocatori People’s sono stati eliminati, non ci resta che fare il tifo per l’amico Massimo Di Cicco, che in questo giorni ci ha fatto compagnia con la sua simpatia e la straordinaria umanità

Domani finalmente partirà il Main Event, ma nessuno dei nostri sarà impegnato nel day1 A. Un po’ di riposo per loro, una giornata completamente libera, da dedicare allo shopping o al meritato relax, prima di affilare gli artigli e ripartire alla caccia del braccialetto che conta!

m.