Pubblicato il in News, Poker, World Series Of Poker

 

 

Con i tredici giocatori

impegnati oggi nel Day1D

si conclude il nostro debutto

al WSOP Main Event!

 

 

Alle 11 il nostro studio, consueto luogo di ritrovo di molti giocatori italiani, si riempie di voci festanti, risate e sfottò per allentare la tensione. Per la maggior parte di loro è il debutto al Main Event, per qualcuno la prima assoluta in un evento ufficiale WSOP. L’emozione è tangibile e anche chi, come Giuliana Celestini e Francesco Iannì, ha già giocato questo torneo, non nascondono una certa ansia. Le due giornate precedenti si sono concluse con risultati decisamente contrastanti, ma con alti e bassi siamo riusciti a portare tre giocatori al Day 2. Oggi sono in quattordicii nostri ragazzi, quattordici con l’amico Massimo Di Cicco. Oltre ai due Pro, i vincitori del primo e ultimo pacchetto online, Sabino Rosito e Maurizio Martella, Davide Ratto e Maurizio Niccolai. E ancora i vincitori dei tavoli WSOP di Kranjska Gora e Nova Gorica, Nelson Muhametaj e Enrico Schiavarelli, i vincitori delle medesime tappe Walter Ferrero e Natale Albanese (già itm qui a Las Vegas) Vittorio Scevola, cash nel side #54 e Max Bramati, che ha staccato il ticket per il Main Event in un satellite di ieri pomeriggio…

Ore 19:00 Tutti a cena…

Dopo sei ore di gioco e tre livelli, abbiamo tre player out: Maurizio Niccolai, Maurizio Martella e Vittorio Scevola. Sparsi per le varie sale del Casinò, raggiungiamo gli undici superstiti per aggiornarci sulla situazione, ma è difficile avere numeri certi, in un torneo dall’andamento così incostante. Incontriamo anche Flaminio Malaguti con tanto di patch People’s, arrivato come di consueto poco prima della fine del secondo livello a pochi minuti dallo scadere del tempo utile per iscriversi. In campo anche Marina Baroco (anche lei “patchata”) e Nando Lauria, compagno delle nostre serate Vegasiane.