Altri 6 al day 3… e Daniel festeggia con noi!

 

 

Nel Texas Hold’em,

come negli sport più nobili,

c’è il “terzo tempo”:

dopo si va a festeggiare insieme!

 

 

 

^Clicca per vedere il video esclusivo^

 

Si è appena concluso il Day 2B che, come ogni giorno, non ci ha risparmiato sorprese, da quelle piacevoli a quelle sicuramente meno liete. Cominciamo proprio da queste ultime, così da lasciarci per la fine quelle immancabili “chicche” che noi continuiamo a scoprire e a condividere con voi. La nostra “famiglia allargata” – come ormai amiamo definirla – oggi contava 16 presenti, pronti a dare battaglia a qualunque costo. Così è stato soprattutto per chi partiva da “corto”, come il nostro Pro Francesco Iannì, prima rinvigorito da un triple-up e subito dopo dimezzato da un colpo sfortunato. O, ancora Davide Ratto e Massimilano MACS Bramati, giocatori solidissimi, che hanno difeso le proprie 16mila chips per diverse ore, senza mai riuscire a trovar fortuna. Enrico Schiavarelli, forte di un double-up trovato alla seconda mano, si era illuso di poter svoltare il suo torneo, così come Gaetano Preite, che ha ammesso di aver ceduto al gioco psicologico che si instaura ai tavoli. Non ha trovato fortuna Natale Albanese: partito con 50 mila e subito dimezzato, non è più riuscito a cambiare le sorti del suo Main Event. Fasi alterne (ma poca sorte) anche per altri giocatori professionisti italiani, come Salvatore Bonavena, Massimo Di Cicco, Dario Minieri, Luca Pagano, che si sono fermati in questo Day 2. Nell’ultimo quarto d’ora, vediamo spuntare la sagoma di Sabino Rosito: aveva resistito bene tutto il giorno, girando sempre intorno alle 40mila chips. Così era anche nel momento in cui, sopraffatto dalla voglia di arrivare al Day 3 con uno stack ben più consistente, ha deciso di mandare i resti in una mano che si è poi rivelata un colpo “scritto”, un cooler. Il suo A-K suited di cuori nulla ha potuto contro i due Assi dell’opponent. A casa, mestamente, con l’unico cruccio di essere andato vicinissimo al Day 3…e con la rabbia di aver trovato un colpo così sfortunato!

Passano al Day 3: Francesco Nguyen, Alberto Musini, Walter Ferrero e Corrado Montagna. A questi aggiungiamo gli “italiani de Las Vegas” Nando Lauria, Flaminio Malaguti e Jennifer Harmann, entrata di diritto nella “famiglia allargata”, in quanto moglie di Marco Traniello, altro membro della community creata qui a Las Vegas. Per Francesco Nguyen una giornata incredibile: passato dai 130mila iniziali a 220mila, tenuti per gran parte della giornata, verso la fine ha perso un brutto colpo, chiudendo intorno ai 120mila…tutto da rifare. Molto meglio è andata a Walter Ferrero, che ha chiuso con 104mila chips, triplicando quelle di partenza. Due aneddoti che riguardano Corrado Montagna: appena spostato di tavolo, si ritrova in un colpo contro una ragazza asiatica. Entra nella mano con A-J, board apparentemente bianco, si arriva con i check fino al river: un’illuminazione per Corrado, che non conosceva ancora i suoi avversari al tavolo…la ragazza aveva settato un tris di 6, giocato in slow-play fino alla fine…per Corrado sarebbero stati guai se avesse deciso di puntare! Poco dopo, il dealer distribuisce le carte e, subito dopo, dichiara il misdeal; Corrado spilla le carte che deve restituire: due Assi…! Serve una bella passeggiatina nei corridoi per sbollire l’ira…! Tutto sommato può consolarsi pensando allo stack con cui ha chiuso la giornata, 167mila chips.

In uno dei tavoli accanto c’è seduto Patrick Antonius: bello vedere che la sua felpa, poggiata sulla sedia, ha i polsini tricolore e l’ipnotica scritta sul davanti: “ITALIA”…fuori dai tavoli gli chiederemo di indossarla ancora e di scattare una foto con noi!

Questo e tanto altro ve lo racconteremo nella prossima puntata di “People’s from Vegas”, stasera alle 22.30 in diretta streaming su People’s TV: già ieri vi avevamo anticipato che ci sarà una sorpresa strepitosa. Nel Texas Hold’em, come negli sport più nobili, c’è il terzo tempo, ovvero: finita la “battaglia” sui tavoli, dopo si va a festeggiare tutti insieme! Ed è proprio quello che abbiamo fatto con uno dei più grandi campioni di questo sport e, sicuramente, il più grande di tutti in quanto ad umanità e disponibilità: Daniel Negreanu ha passato un’intera nottata con noi a cantare e ballare al karaoke, nel Rock&Roll bar di Flaminio Malaguti, il nostro irrinunciabile punto di ritrovo notturno sulla Strip. Vi diciamo solo che ha cominciato “rappando” sulle note di “Stan” di Eminem…spettacolare quasi quanto al tavolo verde! Nottata indimenticabile per me che, oltre ad aver duettato con lui, alla fine mi sono ritrovato a salutarlo e prendermi i suoi complimenti…quasi-quasi stava per chiedermi l’autografo! 😉

Insomma, vi aspettiamo stasera a “People’s from Vegas”…22.30, in diretta dal Nevada, per una puntata imperdibile!

if 🙂