Le nostre WSOP: al via un Day 3 carico di speranze!



 

 

Nei volti dei nostri giocatori

la rabbia, la gioia, la concentrazione

e l’emozione di vivere

un’esperienza straordinaria!

 

 

La giornata di pausa avrà portato sicuramente un po’ di ristoro tra le fila dei giocatori che oggi affronteranno il Day 3. In 1864 siedono ai tavoli, distribuiti tra il Pavilion e la Amazon, le due sconfinate poker room del Convention Center del Rio Casino. Tra loro ben trenta italiani, sei dei quali (compresi i due adottivi!) della famiglia People’s. Affrontano la giornata con sensazioni e stati d’animo ben diversi, in base alle chips che hanno davanti, alle proprie aspettative, alla propria esperienza. Biagio Morciano parte con la solita tranquillità e potendo contare su uno stack di 306mila chips sa di poter gestire le forze con un certo vantaggio psicologico sugli avversari. Dedde Montagna, invece, nonostante le 167mila fiches ha un ostacolo non da poco: al suo tavolo, infatti, siede Erick Lindgren, oltre 8milioni di dollari in carriera, un braccialetto e cinque cash alle WSOP…! Ma conoscendo Dedde, siamo sicuri che non subirà la pressione dell’ingombrante figura del player californiano, ma saprà trovare stimoli sufficienti a lottare con le unghie e con i denti. Solo poco sotto average Walter Ferrero, con 104mila chips, forse un po’ troppe poche ore di sonno sulle spalle ma una serenità invidiabile, considerata la sua giovane età.  Quasi perfetto average, invece, per l’Aggressivo Francesco Nguyen, 120mila chips e il solito, immancabile sorriso ad illuminargli il volto. Partono corti invece i nostri due amici “italo-vegasiani” Flaminio Malaguti e Nando Lauria, ma l’esperienza e il carattere farà presto la differenza.

Solo quattro i livelli che verranno giocati oggi e molti players decisamente corti, per cui è facile prevedere una cascata di out già nelle prime fasi.

Rimanete collegati e tifate People’s!

 

Ore 14:00 prima pausa e subito novità…

Alla prima pausa arriva il primo chip count con ottime novità. Dopo la carneficina della prima fase, con oltre cento eliminati in una sola ora, qualche brutto colpo e porzioni consistenti di stack perse in mani decisamente da dimenticare, ecco la fotografia alla fine del primo livello: se Dedde e Biagio sono leggermente calati (130 e 295 mila chips) Ciccio Nguyen è salito a 160K, Walter a 190 e Nando addirittura a 150mila. Stabile Flaminio, in attesa del momento giusto, con 70mila chips e tanta, ma tanta pazienza…

 

Ore 17:30 pausa cena e qualche mal di pancia…

Tirando le somme alla pausa cena, ci si rende conto di quanto il poker sia un gioco imprevedibile. Facciamo il consueto giro tra i tavoli per prendere il chip count prima che i player sfollino verso i ristoranti o le proprie camere e rimaniamo allibiti nel vedere Dedde a 26mila. Tre coin flip persi di fila lo hanno distrutto e il suo sguardo è molto eloquente. Il break, probabilmente, arriva al momento giusto. Completamente diversa la situazione di Walter Ferrero, partito con poco più di 100mila e che ora si ritrova con lo stack più che triplicato (340K). Soffre Biagio, si lamenta di non riuscire a giocare, vede poche carte e ha un avversario al tavolo che lo blocca. Ha ancora 280mila chips e tutto il tempo del mondo. Con average a 157mila, sta tranquillo anche Ciccio Nguyen: nonostante un bluff allo scadere che lo ha portato da 180 a 150K non perde il buon umore. Bene anche Nando Lauria che ha 165K, ma che rimpiange il tempo in cui era arrivato a 270… a denti stretti Flaminio: non vede carte, non una coppia in tutta la giornata e si attesta a 120K. Allo scoccare del break ci passa a salutare (come sempre) e corre in camera: doccia, cena e poi si riparte!

 

Ore 20:30 cambia poco…

La pausa cena non cambia di molto la situazione, tantomeno lo spirito dei nostri ragazzi. Dedde continua a soffrire ad un tavolo davvero ostico e sale solo di poco (31mila chips) quando l’average, con un migliaio di giocatori ancora dentro, è schizzato a 205mila. Emozionante la prestazione di Biagio, scivolato in basso dopo il rientro, poi riportatosi a 280mila. Quando lo raggiungiamo al tavolo ci dice “resistiamo” e noi siamo con lui. Ancora bene Walter, sceso solo di 10K ora ha 330mila chips e davanti ai nostri occhi vince un piatto consistente, costringendo l’avversario a foldare al river, bettando forte con quattro cuori sul board. Stesso lieve calo per Ciccio Nguyen, ora a 140mila, un po’ più in sofferenza Flaminio a 80mila, stabile a 150 Nando.

Ore 21:45 la prima cattiva notizia

Miracoli della tecnologia: siamo da poco rientrati in studio, il tempo di aggiornare il blog e attraverso face book apprendiamo che Dedde è player out in posizione 999. Risale la china Biagio a 295, stabili Nguyen, Flaminio e Nando, superlativo Walter a 420.

Ore 23:00 fine Day 3…

Otto ore e quattro livelli e il Day 3 volge al termine… per tutti gli aggiornamenti, vi rimandiamo al prossimo articolo!