Budva 2011 – Rino Raise rilancia e vince!

Rino Raise Sallustro vince il PPT

Eravamo stati facili profeti nel prevedere un final day agguerrito ed entusiasmante, date le premesse del Day 3 che aveva visto i giocatori impegnati in scontri senza esclusione di colpi con avversari di pari stack. Tante donne avevano assicurato spettacolo con la loro bellezza e le loro straordinarie qualità e il tavolo finale non ha tradito le aspettative. In meno di cinque ore in due hanno fagocitato l’intero ammontare delle chips, eliminando tutti i contendenti e meritando di arrivare all’heads up per contendersi la vittoria finale. Sono l’insaziabile e imperturbabile “toscanaccio” Alessandro Governi e l’irrequieto “irpino-meneghino” Rino Sallustro che arrivano fino in fondo con rispettivamente 4milioni 7centomila e 2milioni 3centomila chips.

L’unico straniero del tavoli, il rumeno Georgi Draghici, è stato il secondo ad essere eliminato, ad opera di Alessandro Governi, dopo poco più di mezz’ora di gioco. Un’ottima quarta posizione per il giovanissimo aquilano Damiano Sette, appena diciannovenne, che sogna di comprare la sua prima auto con i soldi vinti. Brillante come ci si attendeva la prestazione di Ivana Napolitano che in questa tappa colleziona premi e record: due pacchetti per le WSOP (Ladies Championship e Side Event da 1,000 dollari) e il miglior piazzamento femminile di sempre in un PPT. Il suo terzo posto, infatti, ha battuto il quarto della nostra Krisztina Polgar, ottenuto a Budapest durante il tour 2010. Ottavo posto per Diego Duma, quinto per Lorenzo La Manna, sesto per il gigantesco Gianni Graziani.

 

Alle 18:10 lo show down. Dopo un risoluto inseguimento Rino setta al flop e betta il minimo per dissimulare il punto. L’avversario rilancia e lui tribetta per indurlo ad mandare i resti. Alessandro ci casca va in all in, Rino chiama e si mostrano le carte: A6 contro 8 2 suited di quadri, ma a terra sono scesi J22. Turn e river 3 8, Rino fa full e torna a casa con la pancia piena. Vince 125mila euro e il Main Event delle WSOP. Il side da 1,500 dollari e 72mila euro per Alessandro Governi: ancora una volta l’heads up premia chi parte dietro!

m.