Challenge – Il Sit&Go Capitani finisce con i tre players allo show down!

Vito Labarile al tavolo dei Capitani

Come da programma, alle 15 siamo tutti nell’arena del Perla per assistere alla seconda parte del tavolo dei Capitani, che sta per cominciare. Il nostro Vito Erasmo Labarile è il più corto al tavolo, con uno stack di 8.500 chips. Chip leader è Mario Sfameni del team BetPro, con più di 30mila chips. Passa mezz’ora senza particolari guizzi. Poi arriva la mano in cui Vito, in posizione, fa un rilancio di 1.225, sui bui 300/600. A Vito restano ancora 4.500 chips. Gerardo Muro, alias Dinobreak, capitano del team Snai, da Big Blind decide di entrare nel colpo. Il flop mostra A-9-3: Vito punta 1.600, Dinobreak rilancia fino a 2.800. Per Vito la scelta è “push or fold”: pur immaginando che, probabilmente, l’avversario ha centrato il flop, Vito decide di mandare i resti. Muro chiama e si va allo “show-down”: Muro mostra 3-9, per una doppia coppia centrata al flop, Vito mostra A-Q. Turn bianco, ma il river regala il terzo Asso a Vito. Double Up del nostro capitano, mentre Dinobreak resta con 2.800…

15:40 – Prima eliminazione al tavolo Capitani…

Due mani dopo, Gerardo Dinobreak Muro spilla A-Q e mette tutte le 2.800 chips nel piatto. Trova il call di Max Pescatori, che gli mostra A-K. Dino si da già per spacciato, ma al flop trova la Donna. Pochi secondi dopo vede scendere la sequenza maledetta: prima un J, poi un 10 che regalano una scala “runner runner” a Max Pescatori. Gerardo Muro è il primo giocatore eliminato da questo tavolo: 1 punto per la sua squadra, che nel main ha ancora 4 players in gioco…

16:40 – Il secondo e il terzo eliminato arrivano mentre siamo in diretta su People’s Radio…

Alle 16:30 ci mettiamo a ridosso dell’arena, perché c’è il RadioBlog in diretta sulla People’s Radio: in quella mezz’ora vediamo alzarsi dal tavolo e salutare prima Marco Della Monica, capitano del team Unibet, poi Alessandro Caria, di iZiPoker. Ammettiamo, poco sportivamente, che l’eliminazione del capitano di Unibet ci fa molto piacere: in questa occasione vanno solo 2 punti a questo team, che ha ancora 5 players in gioco nel Main Event…siamo cattivi, lo sappiamo, ma la sfida è la sfida!

17:30 – Vito lancia un tell di insicurezza…

Con un po’ di immodestia dico che conosco bene il nostro Vito: quando l’ho visto coprirsi il volto con le mani, non gli ho creduto e ho detto agli altri componenti del team seduti accanto a me: “…secondo me è carico come un uovo…!”. Abbiamo aspettato un paio di minuti prima che Dario Alioto decidesse di chiamare l’all’in di Vito, mostrando poi un K-J. Missili messi in bella mostra dal nostro capitano: American Airlines che, non solo danno ragione a me ma, soprattutto, abbattono il capitano di Sisal, regalando un bel double up a Vito, che si porta a 26mila!

17:50 – Vito contro Vito…

Una ventina di minuti dopo Vito Planeta, capitano di Winga Poker, manda i resti. Accanto a lui è seduto il nostro Vito, che chiama: A-Q per il primo, A-K per il nostro capitano. Tiene la mano che parte avanti e il nostro Vito elimina il suo omonimo, accompagnato dalla prevedibile battuta di Max Pescatori: “…sapevo che Vito avrebbe vinto!”. Planeta è quinto classificato e regala 8 punti alla sua squadra. Restano in 4 e il capitano attacca…

18:10 – Duello siciliano…

Un duello tutto siciliano va in scena alle 18:10, quando Mario Sfameni, del team BetPro, apre in rilancio. Da bottone Dario Alioto manda i resti, seguito dal call di Sfameni, che mostra K-Q. Aveva tentato lo “steal” Dario Alioto, con Q-8. Tiene la mano che parte in vantaggio, così Sfameni elimina Alioto, in un duello tutto siciliano. Il quarto posto di “Ryu” regala 12 punti alla sua squadra…e noi continuiamo a sognare…

18:20 – Comincia la fase rush di Max Pescatori…

Pochi minuti dopo abbiamo un altro show down: Mario Sfameni chiama con la sua coppia di Donne la vasca mandata da Max Pescatori. Il campione del mondo mostra A-K, per un classico coin-flip, che al turn premia il capitano di GD Poker: è double up…e gli equilibri si spostano…

18:35 – Si chiude il tavolo finale: Max Pescatori fa il mago ed evita pure l’heads up!

Si continua a giocare in tre, con Sfameni che ormai, da corto, manda i resti da bottone. Prova ad isolarsi Max Pescatori, che manda a sua volta i resti da Small Blind. Vito ci pensa e chiama: alla fine ci dirà quali sono state le valutazioni fatte in quel momento. Il nostro capitano, con A-J, ha pensato che Sfameni avesse provato a forzare, anche con carte marginali, perché in posizione. A Max Pescatori faceva una coppia bassa, per cui ha pensato che il colpo sarebbe stato un flip. Se lo avesse vinto sarebbe andato all’heads Up finale contro Max Pescaatori da chip leader. La vittoria di Max Pescatori gli avrebbe comunque dato il secondo posto. Allo show down la lettura di Vito si rivela perfetta: Sfameni mostra A-3, Pescatori 3-3. Si arriva a girare il turn e, fino ad allora, il board è bianco. Pescatori resta avanti e chiede alla dealer di girare al river un 8 di picche…provate ad indovinare quale carta ha girato la dealer pochi istanti dopo!!!

Il “Sit&Go Capitani” finisce senza arrivare all’heads up finale, con Vito secondo perché all’inizio della mano aveva più chips di Mario Sfameni, terzo, che porta a casa un bottino da 18 punti. Al team GD Poker vanno 30 punti, mentre per noi sono altri 22 punti che, sommati ai 38 già “in cassa” fanno 60…e People’s Poker VOLAAAAAA!!!

Intanto, neanche il tempo di un caffè, che i 4 players selezionati da ogni squadra, per un totale di 32, sono già pronti per lo “Shoot Out”…tenetevi pronti, ché tra un po’ vi racconteremo anche quest’altra storia!!

 

if   🙂