Challenge – Allo Shoot Out Francesco Iannì li “fa fuori” proprio tutti!

Alle 15:30 prende il via il tavolo finale del torneo Shoot Out, che ha visto 32 players prendere il via ieri:  4 per ognuna delle squadre impegnate nel Challenge, uno per tavolo. Questa formula prevedeva che per ogni tavolo rimanessero due giocatori: gli 8 vincitori dei 4 tavoli avrebbero formato il tavolo finale di oggi. Prima dell’inizio del torneo, come richiesto dal regolamento, noi avevamo giocato il jolly, che raddoppia il miglior punteggio realizzato. Come noi, lo hanno fatto iZiPoker e Winga. Purtroppo per la prima, nessun player è arrivato al tavolo finale. Abbastanza bene per Winga, con un player al final table e per noi, che abbiamo Ciccio Iannì. Ieri il nostro giocatore ha avuto una serie di mani “monster” che gli avevano dato molto presto la tranquillità di poter arrivare al tavolo finale. La più clamorosa, contro Sergio Castelluccio, del team BetPro: due mani dopo che aveva eliminato un altro giocatore, Francesco spilla il terzo A-A e apre in rilancio. Castelluccio tribetta, Ciccio fourbetta, Catelluccio manda i resti, seguito dall’instant call del nostro Pro. Sergio esclama: “…non ci credo, ha di nuovo i mostri??” e gira un Q-J suited di picche. Al flop escono tre carte di picche, che regalano il colore a Castelluccio, che comincia a gioire…al turn, però, il dealer gira un Asso. Si aprono nuovi progetti per il nostro Ciccio, che qualche istante dopo vede il quarto Asso materializzarsi al river: è POKER, e Castelluccio è eliminato! La foto di questo board sarà la più commentata sulla pagina facebook di POKERItalia24!

Oggi, invece, si ricomincia: gli 8 giocatori partono con uno stack di 15mila chips e giocheranno livelli da 20 minuti. Questi i nomi, in ordine di posizione al tavolo:

1 – Stefano Francescon (Snai Poker)

2 – Dario Rusconi (BetPro)

3 – Alessandro Fasolis (Winga)

4 – Carla Solinas (GD Poker)

5 – Maurizio Guerra (Sisal Poker)

6 – Francesco Iannì (People’s Poker)

7 – Erion Islamay (GD Poker)

8 – Niccolò Caramatti (Sisal Poker)

Anche noi ci siamo, qui nell’arena, per raccontarvi quest’altra storia…restate collegati!

17:40 – Primo eliminato…

Il primo eliminato da questo tavolo è Stefano MrMojoRising Francescon: accorciatosi fino a restare con 8mila chips, apre di rilancio. Caramatti tribetta, il piatto si fa ricco e MrMojo decide che, se anche fosse un coin flip, gli sta bene giocarsi il torneo. Lettura perfetta: parte con una coppia di 8, contro A-K dell’avversario. L’Asso in quinta condanna MrMojo…10 punti alla sua squadra che, in totale, per ora ne ha 30…

18:00 – Erion Islamay in un cooler elimina la compagna di squadra…

Il cooler è un colpo imparabile, ovvero un colpo scritto, una mano in cui le carte giocano da sé. Entrambi i giocatori hanno due carte che è impossibile passare. L’ironia della sorte vuole che in questo colpo ci si ritrovino Carla Solinas contro Erion Islamay, i due giocatori del team GD Poker al tavolo. K-K per lei, A-K per Erion, che di Assi ne trova addirittura due, uno al flop, l’altro al river. Carla Solinas è out ed Erion Islamay prende il plauso dei presenti per non aver fatto gioco di squadra: sarebbe risultato tattico, ma anche poco sportivo…

18:40 – Non c’è più Guerra al tavolo…

Non si tratta di calma ritrovata anche perché, in verità, c’è grande fairplay al tavolo. Più semplicemente, non c’è più Maurizio Guerra al tavolo. Anche in questo caso l’eliminazione avviene da parte del compagno di squadra: heads up contro Niccolò Caramatti, per l’ennesima dimostrazione che questo è un tavolo di veri campioni, non solo nel poker…

19:10 – I bui salgono…e due player sono out in pochi minuti!

Il quinto e il quarto sono fuori in pochi minuti: prima Dario Rusconi, poi Alessandro Fasolis vengono eliminati, rispettivamente, da Niccolò Caramatti e dal nostro Ciccio Iannì, che ora è chip leader…

Per Rusconi – e il team BetPro – 13 punti, mentre al team di Winga, che aveva giocato il Jolly, vanno 15 punti, raddoppiati a 30…

19:30 – Erion Islamay spingere, ma trova il muro di Iannì…

La struttura, ormai, ai corti consente soltanto il “push or fold”. È quello che fa Erion Islamay, spillando un K-10. Risponde Francesco Iannì, con una coppia di 6. Il “lancio della moneta” stavolta favorisce il nostro giocatore, che elimina il simpatico Erion. Ci prepariamo tutti ad assistere all’heads up finale, contro Niccolò Caramatti, in cui Ciccio partirà con 73.400 chips contro le 46.600 dell’avversario…

20:05 – Ciccio “fa fuori” l’ultimo e raddoppia!

Dura circa un quarto d’ora l’heads up tra il nostro “Jolly” e Niccolò Caramatti, il giocatore divenuto ancor più famoso per i suoi commenti tecnici su POKERItalia24. La mano decisiva, ancor prima di quella finale, è quella in cui il nostro Pro arriva a fourbettare – in bianco totale (!) – su un flop, costringendo Caramatti al fold. Non vi raccontiamo di più di questa mano: aspettiamo tutti di vederla sul canale dedicato! La mano finale, invece, è più fortunosa: Caramatti, rimasto con 20mila chips, manda i resti. Per Ciccio, in un heads up, con 100mila chips davanti è impossibile foldare A-J: trova i cowboys a difendere Niccolò, per un 70/30 non molto favorevole. Oggi, però, la buona sorte è dalla nostra parte: Asso al flop…e Ciccio ha eliminato l’ultimo player che lo separava dal braccialetto!!

Non solo: ha gestito con saggezza questo torneo, cercando di portare più punti possibili alla squadra. Non poteva fare meglio: il massimo, 30 punti, moltiplicato x2 grazie al Jolly…siamo a 120, People’s Poker vola!!

Subito dopo, sullo stesso tavolo, comincerà il “Sit&Go Ladies”…ancora un’altra storia, in cui la nostra protagonista sarà Ivana Napolitano…e noi restiamo qui, per raccontarvi anche questa!!

  

if   🙂