Verso il PPTour Saint Vincent – Un duello tra Cowboys decide il torneo!

Verso il PPTour Saint Vincent – Un duello tra Cowboys decide il torneo!
Markgian vince il duello contro srr77ss e vola a Saint Vincent
Dopo l’eliminazione di RastaBaby ad opera di SUPERFILI, che settando i 7 scoppia i due cowboys dell’avversario, il torneo entra in una lunga fase di studio. Poca action, pochi flop, i tre giocatori rimasti fanno pesare a turno la propria posizione. I piatti vanno praticamente sempre al grande buio fino a quando l’equilibrio si rompe: Markgian è di small blind, ha 15mila fiches meno del chip leader  Sabino srr77ss Rosito e 12mila più di Damiano SUPERFILI Zanetta, che è di bottone. Con bui 800/1600 lo short stack rilancia due volte il buio, Gianmarco Di Tota tribetta due volte e mezzo e SUPERFILI chiama. Il flop mostra A♣8♣10♠ e Damiano, che con in mano 9♣J♣ ha un promettente draw si scala, risponde al check dell’avversario mandando i resti. Markgian chiama e mostra A♠6♣: siamo al limite del coin flip… Turn 6♦ e il piatto della bilancia comincia a pendere in modo più deciso verso Gianmarco. Damiano incrocia le dita perché scenda un 7 o un Q, ma la quinta è un 2 e il vincitore della Ducati Monster torna a casa a mani vuote…

L’heads up finale sembra infinito: sono necessari oltre venti minuti di gioco e cinquanta mani per conoscere il nome del vincitore. Al runner up andrà una somma quasi pari al valore del buy in del main event del PPT, ma nessuno dei due sembra volersi accontentare. Markgian parte sopra, Sabino Rosito è costretto ad inseguire. Con grande pazienza e tenacia il player di Corato recupera terreno e sorpassa l’avversario, arrivando ad avere anche il doppio dello stack dell’avversario. Il  campobassano incassa il colpo ma non demorde: per due volte cade, per due volte si rialza per ricostruire il proprio stack chip dopo chip, fino a quando ha luogo uno scontro devastante, giocato con carte apparentemente marginali. Sabino ha in mano 7♦6♦, Gianmarco 7♥8♣. Il flop è il peggiore che si possa immaginare:7♠7♣8♦, il resto è facilmente immaginabile. Markgian prende il largo, 106500 chips a 22500, fino a quando, poche mani dopo, il duello viene deciso da due K, uno per parte. Ma il cowboy del campobassano ha dalla sua 7(♥) colpi, quello del pugliese solo 4(♦). Con lo short stack committato in partenza, è Markgian a mandare i resti preflop, un 7 al flop e un K al river e l’incontro si chiude a 35 secondi dallo scoccare delle 2 del mattino.

Gianmarco Markgian Di Tota è l’11° qualificato per la prima tappa del PPTour 2012 a Saint Vincent, Sabino Rosito srr77ss ritira un assegno di 1.570 euro.