Le nostre WSOP: Walter al Day 2 dell'evento #50… ma c'è Ivey ad attenderlo!

Le nostre WSOP: Walter al Day 2 dell'evento #50… ma c'è Ivey ad attenderlo!
Walter Ferrero starà pensando: che Dio me la mandi buone!

Da quest’anno le WSOP hanno aperto una nuova sala, la Brasilia Ballroom, grazie alla quale la capacità del Rio Convention Center è cresciuta di oltre 2mila metri quadri e quasi 100 tavoli. Proprio nella nuova sala oggi ha iniziato la giornata il nostro Walter Ferrero: ore 12, puntuali come sempre, parte lo shuffle up and deal del No Limit da 5mila dollari, con 1001 partecipanti e 4,700,000 dollari di montepremi! Sembra una giornata no per il nostro ferry89. Al suo tavolo passano pezzi grossi come Andrea Benelli, che finalmente, dopo averci girato attorno per tanto tempo, è entrato a far parte della famiglia People’s, e Jason Mercier. Su facebook gli amici lo incoraggiano, soprattutto a non mostrare alcun timore nei confronti di Benelli, “perché ti mangia vivo”. Chi lo ha avuto al tavolo ha solo un consiglio: se ti punta, aggrediscilo e inducilo a trovare un’altra preda… almeno momentaneamente! Per quel che riguarda Mercier… beh, suggerimenti forse scontato: pushalo solo con mani nuts!

Walter Ferrero domani incontrerà Phil Ivey al tavolo!

Dopo alcune ore Walter dichiara di essere card dead, sembra scoraggiato, ma può contare su un tifo davvero indiavolato. Soprattutto può contare sul sostegno di Benelli, di cui ha evidentemente conquistato il rispetto. Ha poco meno di 19mila chips e deve resistere a tutti i costi. Alle 10:30 ore italiane, arriva la notizia che tutti speravamo di avere: il nostro Walterone è nei 302 che passano al Day 2! Domani partirà con poco più di 45mila chips e dovrà soffrire per entrare tra i 117 ITM. Al tavolo 439 della sala Amazon, troverà l’osso più duro che potesse capitargli: Phil Ivey! Il Tiger Woods del poker sarà di bottone sul suo grande buio e Walter dovrà tener ben presente che questo potrebbe essere decisivo per le sorti del suo torneo. Dovrà trovare le giuste motivazioni e combattere senza timori reverenziali, con la tenacia e l’orgoglio che ha dimostrato in passato. Forza Walter, siamo tutti con te!