Pubblicato il in News

Non si poteva definire una "scheggia" la Prinz, eppure ieri ha dominato la nostra competizione!

 

Amici lettori,

una domenica all’insegna dell’amarcord nella nostra poker room. Forse il nome Prinz non rievocherà nulla di particolare ai giovanissimi, ma quelli che hanno superato i “trenta”, come me, avranno di certo un ricordo legato ad un’auto che, tra il 1957 e il 1973, con una vita residua arrivata fino ai primi anni ’80, ha accompagnato tante famiglie italiane, dividendo in due una generazione. La NSU Prinz era un’auto senza compromessi, la sia amava o la si odiava per gli stessi motivi: aveva dimensioni contenute ma un motore ben più generoso delle dirette concorrenti, era estremamente “razionale”, quasi al limite dell’indispensabile e, soprattutto, aveva quella inconfondibile linea che le rese il nomignolo di “vasca da bagno con le ruote”! Fu prodotta in poche tinte pastello, tra cui il celeste, l’aragosta, il beige e il verde bottiglia: quest’ultimo, tra l’altro, considerato il più “sfigato” di tutti! Eppure, oggi, viene difficile non sorridere ripensando a quella macchina che in Italia fece registrare un vero boom di vendite, arrivando a 42.000 unità vendute nel solo 1970 e risultando l’auto straniera best-seller dell’anno!

Allo stesso modo, dopo aver letto il nickname Prinz02 in testa alla classifica del Super Sunday, mi è stato impossibile non divagare e condividere con voi questi pensieri!

Posa impressionante, quella di Biagio Natale, NAT1964, qui al PPTour di Nova Gorica 2010

Tornando ai numeri del nostro domenicale, come preannunciato nei giorni scorsi, c’erano ad attendervi 50mila Euro garantiti ma, grazie a 593 di voi, il montepremi è arrivato fino a 53.370 Euro, rendendo ancora migliore la notizia per i primi 103 che, come previsto dalla prize-pool, si sono divisi il ricco jackpot che ha dato a Prinz02 un primo premio da più di 12mila Euro. Gli atri due sul podio, in ordine decrescente Malsori89 e artansulca0, hanno conquistato 6.591 e 3.949 Euro. Medaglia di legno per luzpibe70, ovvero Maria Luz Piedrahita che, dopo il secondo posto agguantato dal marito Marco Avanzino al PPTour di Malta 2011, ha cominciato a condividere la sua stessa passione, arrivando a seguirlo in tutte le tappe e riuscendo a portare a casa una serie di risultati on-line. Final Table per un altro player abbastanza “impressionante”, almeno nelle pose e nella mole, TEAMFLOP60_NAT1964 che, nella vita di tutti giorni, è una persona mite e tranquilla.

Daniela DALIENA Garau ai tavoli delle WSOP 2011, con il maglione che l'anno precedente aveva "accompagnato" il suo Filippo al Final Table

Tante vecchie conoscenze tra i premiati, tra cui una (D)ALIENA appena rientrata dalla luna di miele con il suo Filippo Candio. La dolce metà del “november nine”, Daniela, ha giocato col suo nickname, anagrammando il suo nome e rendendolo più “spaventoso” per gli avversari, che potrebbero pensare provenga da un altro pianeta! Ultimo, simpatico aneddoto da raccontare, l’eliminazione di Gianluigi AGUBICO Rosi: era appena arrivato a premio quando “spilla” virtualmente A-A: si arriva all’all-in pre-flop, con l’avversario che mostra 4-4. Tutto bene fino al river, quando esce un bel 4 che annienta le speranze di AGUBICO, eliminandolo dal torneo.

Gianluigi AGUBICO Rosi ai tavoli del PPTour di Kranjska Gora 2012

Statisticamente una coppia più bassa contro una coppia più alta vince 2 volte su 10, però ogni volta fa male. Eppure la reazione immediata di AGUBICO è stata quella di postare l’immagine del risultato sul suo profilo facebook, gioire di essere arrivato a premio e, soprattutto, commentare, più o meno, con queste parole: “…arrabbiarmi per una scoppiatura?? È arrivata dopo che sono andato a premio, quindi… di certo mangerò e dormirò lo stesso!”. Spirito sportivo che ho apprezzato particolarmente e che ho voluto riportare in questo articolo!

Ci aggiorniamo a lunedì prossimo, per i risultati di un’altra rovente domenica!

if   🙂