Pubblicato il in People's Poker Tour

La simpatia di Maurizio Cuna non ha bisogno di commento!

 

Amici appassionati,

le qualificazioni per l’ultima tappa del People’s Poker Tour 2012 sono entrate nel vivo. Siamo già a 11 qualificati on-line, cui si aggiungono i due provenienti dall’evento di Nova Gorica, il bubbleman Michele Mercurio e la firstlady Giorgia Tabet. Le qualificazioni che hanno preceduto il lungo ponte sono state quasi completamente dominate dalle “vecchie glorie” del PPT, due personaggi che hanno sempre fatto sentire il peso della propria presenza, a cominciare dai nickname storici, ovvero Rockfeller e Jaguar. Nomignoli altisonanti, che la dicono lunga sul carattere e sulla personalità di Maurizio Cuna e Piero Pallassini, che non avrebbero bisogno di ulteriori presentazioni. Simpatia e affabilità le loro principali caratteristiche, cui abbiamo associato la prerogativa di vecchie glorie perché loro erano presenti sin dal primo evento marchiato People’s, la Cruise del dicembre 2009.

Piero JAGUAR60 Pallassini con noi anche al PPTour di Budapest 2010

Per Maurizio Cuna, in particolare, un en plein di presenze, che si riconfermerà nella bellissima città della Repubblica Ceca, dove Rockfeller proverà a confermare il buon periodo che lo ha visto seduto al tavolo finale di un altro evento. Con i due veterani sono arrivate anche altre due qualificazioni: la sera del 31 ottobre è stata la volta di Dario dario790 Tudisco, di Ascoli Satriano, in provincia di Foggia. Venerdì 2 novembre, inoltre, è arrivato il primo qualificato “a gratis”, ovvero il vincitore del primo dei cinque freeroll previsti. Ticket da 1.650 Euro per l’iscrizione al Main Event di Praga per Paolo Vito Laquale, il cui cognome ci ha riportato alla mente il film di Antonio Albanese, Qualunquemente, nel quale l’eccessivo protagonista, interpretato dallo stesso Albanese, fa di cognome La Qualunque. Speriamo questa associazione di idee non abbia offeso il nostro player: in caso contrario, l’appuntamento per lui e per gli altri qualificati è nella tanto fredda quanto meravigliosa Praga, dove proverò a farmi perdonare davanti a un bicchiere di vino caldo, tipico ristoro per i visitatori dei mercatini di Natale nella Piazza dell’Orologio!

if   🙂