Pubblicato il in News, Poker, World Series Of Poker

Clicca sull'immagine per accedere al sito delle WSOP

Finalmente siamo arrivati all’ora X. Tra qualche ora, infatti, quando in Nevada sarà mezzogiorno e qui da noi l’ora di cena, verrà dato il primo shuffle up and deal delle World Series of Poker 2013.

 

Come da tradizione, anche questa 44ª edizione si aprirà con il Casino Employees No-Limit Hold’em, il torneo da $500 riservato ai dipendenti della Caesars Ent. lo scorso anno fu il 35enne dealer di black jack Chiab Saechao ad aggiudicarsi il primo braccialetto in palio e oltre 70mila dollari, dopo una cerimonia di inaugurazione presieduta da un altro dealer: Richard Turnbull, 85 reduce della Seconda Guerra mondiale e 37 anni di esperienza ai tavoli verdi.

 

Richard Turnbull (photo by bluff.com)

In attesa di conoscere il nome del primo vincitore e del “padrino o madrina” dell’evento, dalla sponda occidentale del pianeta arrivano le ultime indiscrezioni sulle novità di quest’anno. La più rilevante ed eclatante è certamente quella che riguarda il Carnivale of Poker. Fermo da circa un decennio, questa manifestazione veniva considerata una sorta di nemesi delle WSOP, un festival del poker alla portata di tutti, i cui eventi, decisamente più economici, si ponevano in una più o meno aperta contrapposizione con quelli delle faraoniche World Series. Da quest’anno, invece, il Carnivale sarà ospitato proprio all’interno delle WSOP, non fagocitato o cannibalizzato, ma ospitato per ampliare ulteriormente la già ricca offerta dell’estate del Rio Casinò. 21 eventi dai 365 ai 1.675 dollari del Main Event, un Open Face Chinese Poker da $5.000 e una speciale classifica per premiare i “top ten players” del Carnivale of Poker con un bonus complessivo di 100.000 dollari, offerto dallo stesso casinò per festeggiare il sodalizio.

 

Molti dei nostri amici giocatori sono già a Las Vegas per riscaldarsi con i side e i deep stack, in attesa del Main Event da 10.000 dollari, che partirà il 6 luglio e che vedrà la partecipazione, tra gli altri, del vincitore delle WSOP online di People’s Poker, Demy Carbone, e del Doge Alex Longobardi, che dopo i due itm dello scorso anno, parteciperà almeno ad una dozzina di eventi.