Pubblicato il in News

Amici appassionati,

dopo due anni consecutivi passati a Las Vegas in questo periodo, è davvero dura dover seguire da casa le World Series Of Poker, uno degli eventi più affascinanti e folli del mondo. Quest’anno, poi, sembra davvero che siano tutti in gran forma per regalarci non soltanto emozioni pokeristiche ma, soprattutto, momenti indimenticabili al di fuori dei panni verdi delle immense sale del Rio Casinò!

Se delle giocate e degli aggiornamenti numerici se ne sta occupando il nostro Massimino (qui il suo articolo più recente), io mi sto lasciando prendere dalla nostalgia delle follie che si vedono solo a Las Vegas, complici gli status di facebook che arrivano da oltreoceano. Se ve ne foste perso qualcuno, ve ne do un assaggio, certo che anche voi, dopo aver visto queste immagini, riuscirete difficilmente a farne a meno!

 

Cominciamo dal beer-pong, proposto da Marco Bognanni. Ecco lo screenshot del video che potrete vedere se avete MagicBox tra i contatti:

 

 

Beh, in effetti si trattava solo di un “tranquillo” beer-pong. Per cui non ci resta che rientrare in hotel, magari sperando accada quanto successo a Walter “Cesarino” Treccarichi. Non ci sono prove fotografiche, ma perché non credere a quel viso da “angioletto”??

 

 

La sin-city, però, è famosa soprattutto per il gambling, per l’azzardo, come quello proposto dai folli personaggi di cui racconta Silvio “MisterSly” Crisari nel video che segue. Di solito, nei programmi americani dedicati ai gesti più folli, c’è sempre la voce fuori campo che ammonisce “Don’t try this at home!”: in effetti, amici, non imparate l’azzardo da questi esempi negativi, ma godetevi l’incredulo e divertito racconto dell’assurda prop bet, seguita da ancor più incredibili side bet, fatto dal mattatore MisterSly!

 

 

Considerato che parliamo di follia pura, l’unica degna conclusione per questo articolo è la prop bet fatta quest’anno da Fabio Coppola e Flaminio Malaguti. Dopo una serie di scommesse che vanno avanti da un po’ di anni, nel 2012 era cominciato il nuovo corso, quello del “pagamento con follia o per umiliazione”! Prima scommessa vinta da Flaminio: record storico di ITM in un anno, con 54 bandierine. Fabio avrebbe dovuto presentarsi nelle sale casinò Rio vestito da scimmione arancione ma Flaminio, colto da uno slancio di pietà, glielo aveva risparmiato. Quest’anno, però, Fabio ha voluto sfidare ancora Flaminio, sostenendo che non sarebbe riuscito a vincere la classifica del Rio Casinò (che, tra l’altro, gli avrebbe regalato il ticket per il Main Event, ndr). In verità Fabio pensava di vincere facile, perché il giocatore che precedeva Flaminio in classifica dopo i primi eventi, aveva un distacco considerato irrecuperabile dagli addetti del settore. Con Flaminio, però, non si può dar mai nulla per scontato: classifica vinta (con annesso ticket per il Main Event, nel quale è in gioco con 37.000 chips) e per Fabio l’umiliazione di una nuova sconfitta per la quale, stavolta, ha pagato un prezzo salatissimo! Quale?? Date un’occhiata al video creato per l’occasione da Cesare Antonini, che ha immortalato gli attimi immediatamente precedenti:

 

 

Non abbiamo ancora avuto il video con le reazioni a caldo di Fabio: solo allora potremo capire se ha dovuto davvero pagare un prezzo che non avrebbe immaginato o se, in fondo, cercava solo un pretesto per trovare il coraggio di questa follia!

 

Mancano ancora un po’ di giorni alla fine di queste WSOP o, almeno, alla definizione del tavolo finale del Main Event. Io continuerò a cercare queste chicche da condividere con voi, consapevole che, qualora dovesse arrivare un azzurro al Final Table, potrei dover continuare fino a novembre, in un clima di festa perpetuo!

if   🙂