Pubblicato il in News, People's Poker Tour

Ivan Cutrupi, supporter della Reggina, e player dalle grandi doti

La sua Reggina attualmente naviga in brutte acque ma la sua marcia pokeristica, per lui supporter sfegatato degli amaranto, non conosce soste.

E così Ivan Cutrupi, più noto in lobby con il nickname di ‘sat001’, riesce ancora una volta grazie ad una qualifica online, a scrivere il suo nome nella lista dei player che prenderanno parte al Main Event del PPTour. Nel corso di quest’anno era già risultato vincitore delle eliminatorie per la tappa di Malta, mentre nel 2012 era volato a Nova Gorica grazie al ticket conquistato online.
Conquistato un sit gratuito per la tappa di Saint Vincent, in programma dal prossimo 9 gennaio, il player di Reggio Calabria proverà ora a tagliare il traguardo nel gruppo di testa, o almeno tra coloro che non tornano a casa a mani vuote.
Staremo a vedere anche se le premesse ci sono assolutamente tutte, ed una conferma, se ce ne fosse bisogno, è arrivata anche dalla tecnica e dalla qualità sfoggiate durante la partita grazie alla quale ha piazzato la sua bandierina in cima al torneo di ieri sera. Una partita condotta sempre con grande autorevolezza e legittimata sul finale, in un heads-up contro Frank88.

L’ultima mano, quella decisiva per la chiusura dell’incontro potrebbe essere indicata quale capolavoro di dissimulazione. Una copertura integrale che ha reso praticamente invisibile il punto di Ivan al suo oppo.
Siamo a livelli di bui 1.000/2.000, e i due giocatori hanno gli stack in un rapporto di tre a uno a favore di Cutrupi: precisamente 75mila chips contro le 25mila di Frank88.
Le hole cards distribuite vedono Ivan partire decisamente dietro, per lui solo un 34 suited di picche, mentre Frank88 spilla K6 off.
Preflop è proprio Frank a mettere in campo un miniraise, un rilancio troppo esiguo per allontanare dalla mano Cutrupi che fa call e viene premiato da un flop che più bello non si può: scendono J-6-7 tutte di picche.

Una di quelle mani che, quando vengono giocate live, richiedono grande attenzione e concentrazione, soprattutto per evitare di fornire tells utili all’avversario. In questo caso, invece, ben al riparo dietro il pc, Ivan ha dovuto escogitare un’altra tecnica per estrarre il maggior valore possibile dal colpo. Così, nonostante il colore materializzato con le primissime carte, Ivan opta per un copertissimo chek, seguito dal suo avversario, pure in possesso di una coppia intermedia. Più o meno stessa dinamica al turn: a terra si materializza un 4, e al check di Cutrupi segue quello dell’oppo.
Al river esplode l’action!
Sull’ultima strada arriva un K che, purtroppo per lui, regala una bella doppiacoppia a Frank che di fronte alla scelta di Ivan che questa volta ne mette 6.300, lancia l’all-in da quasi 22K.
Istant-call per Ivan Cutrupi che mostra il colore tenuto in freezer e shippa il ticket, quest’ultimo impossibile da nascondere …come la sua fede reggina!