Pubblicato il in News, People's Poker Tour

 

Simone Gatto ai tavoli delle WSOP nel 2011

Periodo d’oro per il torneo di qualificazione alla tappa del People’s Poker Tour di Saint Vincent: molti amici di vecchia data si stanno assicurando la presenza all’evento conclusivo  del 2013 che si terrà nei primi giorni dell’anno nuovo, dal 9 al 13 Gennaio:  di questo siamo, sinceramente, molto felici.

 

L’ultimo della lista è Simone Gatto,  player milanese, finalista della tappa slovena di Nova Goirca del 2010 e qualificato WSOP 2011.

 

La vittoria del torneo di ieri sera è stata anche una scusa per salutarlo e chiedergli  una breve intervista…

Buona lettura!

 

 

Ciao Simone, innanzitutto complimenti per la vittoria del torneo di qualificazione al PPtour.
Da quanto ci provavi? Puoi raccontarci la mano o il momento in cui hai realizzato di poter vincere?

 

Ciao Romina, guarda devo essere sincero: ieri era il primo tentativo. Il giorno prima aveva preso il ticket  un mio caro amico (Matteo Sbrana) e allora ci ho provato per fare una trasferta in onore dei vecchi tempi.  Ho realizzato che ce la potevo fare in HU quando partivo con molte meno chips e ho subito raddoppiato con gli A-A  su K-Q: non sempre si massimizza una monster in HU.

 

Manchi da un po’ al nostro live, di cosa hai sentito maggiormente la mancanza?

 

Nei PPTour, a differenza di altri circuiti live, ho stretta molte amicizie e c’è un ambiente amichevole oltre che confidenziale. Mi siete mancati tutti voi in pratica!

 

Hai qualche giocatore che preferisci , sia live che on-line ? Spiegaci il perché di queste scelte.

 

In generale non ho giocatori preferiti  anche se trovo che online siano nati molti giocatori in gamba, soprattutto nell’ultimo anno.

 

Da quanto tempo giochi su People’s Poker e come hai iniziato a giocare a texas hold’em? Oggi come si è evoluto il tuo gioco rispetto agli inizi?

 

Ho iniziato a giocare Texas Hold’em tra amici nei circoli a Milano, su People’s Poker nel gennaio del 2009: con l’arrivo dei.it ho cominciato a giocare sempre con maggior frequenza fino a farne una vera e propria professione.

Nel corso di questi anni ho adeguato il mio gioco alle diverse modalità e strutture dei tornei. Inoltre ho imparato a conoscere lo stile di gioco che contraddistingue ogni piattaforma.

 

Parlaci un po’ di te: oltre al poker quali sono i tuoi interessi? Hai un’occupazione, degli altri hobbyes, pratichi degli sport?

 

Attualmente ho scelto di dedicarmi completamente al poker e per questo non ho un’altra occupazione. I miei hobby sono il cinema ed il calcio. Nel frattempo mi guardo attorno nell’attesa di nuove opportunità!

 

Vediamo una bacheca facebook tempestata di cuori, a Saint Vincent verrai accompagnato?

 

…(Sorride) Purtroppo non può venire perché frequenta l’università e in quel periodo ha gli esami, ma mi seguirà da lontano, anche grazie alle vostre dirette su People’s Tv!


Grazie dell’intervista, ci vediamo in quel di Saint Vincent!

 

 

 

 

Grazie a te Simone!

Ci vediamo a Saint Vincent!