PPTour Campione – Il ticket a Leanza a tutti gli altri un insegnamento sulle coppie di 5

PPTour Campione – Il ticket a Leanza a tutti gli altri un insegnamento sulle coppie di 5

PPTour_campione_blogAntonio Domenico Leanza di Cesarò in provincia di Messina è l’ultimissimo qualificato al People’s Poker Tour che prenderà il via a Campione d’Italia il prossimo 27 marzo. Per Leanza un risultato prestigioso che arriva al termine di un confronto particolarmente serrato soprattutto nel finale, quando a contendergli il pacchetto da 1.800 euro di valore, era rimasto solo Thigher85.

Proprio Thigher85 era stato fautore dell’ultima eliminazione che aveva avviato l’heads up conclusivo. A farne le spese, ed uscire terzo e senza consolazione, era stato il giocatore con uno dei nickname tra i più enigmatici mai visti: __m_c___.
Quando i bui erano 400/800, primo a parlare preflop e con 58K di stack, Thigher sceglie la strada del miniraise, seguito sia da Leanza con 84K che da _m_c_, particolarmente short con soli 15K. Le prime tre carte del board 862 spingono il più corto a pushare, all-in visto da Thigher e foldato da Leanza con A4. Allo showdown Thigher mostra una coppia di 99, mentre per _m_c_ un T2 che avrebbe necessitato di altre fortune per poter risultare vincente. Invece, turn e river dicono rispettivamente J e K, e l’heads up parte con Leanza a 82.619 e Thigher a 74.881.

Il primo colpo duro che non mancherà di segnare irrimediabilmente il confronto testa a testa ed il successivo esito finale del torneo, arriva dopo pochissimi minuti. Stavolta i blinds sono a 500/1.000 e con KJ Leanza (71.599 chips di partenza) da SB lancia un miniraise. Call di Thigher con 55♠, e chipleader a 85.901. Il flop è tra i più insidiosi che potessero materializzarsi: JK5. Check di Thigher, bet 3.150 di Leanza e call dell’oppo. Sul turn la beffa delle beffe: J, e per entrambi si chiude il full. Action identica alla street precedente: check di Thigher, bet 5.250 di Leanza e call a chiudere il round. E’ sul river che poi prendono fuoco le polveri: indifferente il 7 che chiude il board. Check di Thigher, bet 15.750 di Leanza, stavolta raise all-in di Thiger e call di Leanza. Showdown con delusione per taigher che prosegue il confronto con sole 14.302 chips, per il futuro vincitore lo score, invece, è a quota 143.198: il rapporto è uno a dieci…

Una bad beat che non ha però azzerato le possibilità di Thigher che partendo dal suo ministack ha tentato gradualmente la risalita. Quando era già ritornato a quota 26.804, l’oppo si trova di fronte ad un all-in lanciato da Leanza: questa volta la coppia di 55 la possiede il futuro vincitore che pusha preflop. Call di Thigher con KQ e board che dice: 3A6-9-8. Colore con dama per l’inseguitore e ancora una volta la coppia di 5 dimostra tutte le sue debolezze.

Ritornato a quasi 54K, taigher nel colpo successivo riceve un’altra grande mano: AK. Da piccolo, invece, Leanza spilla A3 rilancia fino a 5.000, semplice call della monster suited e si va al flop. Scendono 737 e stavolta è taigher a pushare resti: chiama Leanza ed è showdown. Turn e river non cambiano gli esiti dello spot, 6 sulla quarta e 5 a chiudere. Il ticket va a Messina, a tutti gli altri il monito di non fidarsi troppo delle coppie di cinque…