Pubblicato il in News, People's Poker Tour, Poker

img_2609-nicolino-di-carloNicolino Di Carlo da Isola del Gran Sasso in provincia di Teramo, si è aggiudicato il pacchetto all-inclusive da 1.800 euro in palio ieri sera in lobby. Insieme alla sua celebrazione, però, dobbiamo assolutamente spendere una parola di incoraggiamento per jackkappa, nick di un giocatore costretto a fermarsi, per due giorni di seguito, sul secondo gradino della classifica. Jackkappa, infatti, aveva già vestito i panni del runner up nel corso della partita di qualificazione disputata ieri l’altro: in quella circostanza, ancora il PPTour in palio, è stato Massimiliano Liuzzi a soffiargli il primo posto. Esattamente come avvenuto nella partita di martedì (vedi link), anche questa volta jackkappa è partito da chipleader nell’heads up.

E’ proprio lui, jackkappa, a far fuori il terzo classificato, magreano. Siamo a 1.000/2.000 ante 200, il futuro runner up primo a parlare preflop, spilla A9 e con 121K di stack, il più alto in assoluto, lancia un miniraise. All-in di risposta per magreano che con A5versa gli ultimi 20K a sua disposizione. Fold per Di Carlo, e call dell’original raiser. La quarta del board uccide tutte le speranze residue di magreano, arrivano 663-7-8 e per jack kappa l’headsup parte con 143.789. Il suo opponent, prossimo vincitore, è a 96.211 chips.

Il sorpasso arriverà dopo oltre mezz’ora di gioco quando i bui saranno arrivati a 1.500/3.000. Addirittura lievitato lo stack di jackkappa che ora viaggia con 168K nella borsa. A8 di partenza per Di Carlo che di primo acchito porta il livello della puntata a 6.000 chips. La risposta di jackkappa con un K9 di partenza è all-in diretto. Chiama Nicolino di Carlo che parte avanti: 60/40 il rapporto tra le due starting hands.  Il board è interamente bianco: Q46-7-Q e basta l’asso di partenza per riportare Di Carlo in partita e farlo addirittura balzare in testa alla classifica: per lui 144K mentre jackkappa si ridimensiona a 95K.

Inizia così un tira e molla che si articola nell’arco di una decina di minuti, il runner up si rifà sotto e riesce a sfiorare quasi la prima posizione che però resta sempre nelle salde mani di Nicolino. Quando viene servita l’ultima mano, invece, il divario è al gap massimo: 183 a 57K. Jackkappa spilla A7e betta fino a 6.000. raise all-in per Di Carlo che nelle hole nasconde una coppia, anche se la più bassa in assoluto: 22 per lui. Si lancia la monetina e anche stavolta il board è totalmente indifferente ai punti di partenza: 8T8-Q-6.

Per Jackkappa la seconda eliminazione di seguito a un passo dal ticket, festeggia invece Di Carlo che prende il ticket e vola a Campione: that’s poker…