Super Sunday: vanno a Istanbul i quasi seimila euro del primo premio

Super Sunday: vanno a Istanbul i quasi seimila euro del primo premio

Domenica prossima tornerà il Super Sunday classico, in formula Freezeout, con 25mila Euro garantiti
Domenica prossima tornerà il Super Sunday classico, in formula Freezeout, con 25mila Euro garantiti
Si è concluso da poche ore il torneo più ricco della scuderia People’s. Il Super Sunday ha infatti distribuito, quando ormai era notte fonda, i suoi 25mila di montepremi tra gli 81 player riusciti a piazzarsi nella zona in the money. In cima ai 498 iscritti è riuscito ad imporsi ‘Istanbul250505’, nickname di Francesco Medda giocatore sardo che ha portato a casa i 5.817,50 euro della prima moneta. Una partita emozionante con tanti colpi di scena, anche nel finale.

A 4 left, blinds 40/80K il primo importante sorpasso di istanbul. E’ proprio il futuro vincitore, con 2.503K di stack,  a lanciare un miniraise con A7. Dopo il fold dei due avversari che lo seguono, da BB copre anema14, stack da 1.077K e J8 di partenza. Sul flop scendono 72J. Check di anema che nasconde così la sua top pair, e bet da 240K per istanbul che decide invece di valorizzare la coppia di sette. La risposta di anema è un all-in da 909K, coperto dal suo oppo che allo showdown scopre di essere molto dietro: 80 a 20 le chance di vittoria prima della quarta strada. Cambia tutto al turn dove fa capolino A che porta decisamente avanti istanbul: solo un gancio può salvare anema. Arriva invece il 6 e istanbul consolida la sua chipleading portandosi a quota 3.636.828 chips, per anema 1.387,50 euro a un passo dal podio.

A bui 50/100K sarà ancora una volta istanbul il protagonista di un’eliminazione. Primo istanbul a parlare betta 200K con TT, seguito da un all-in per 2.413.147 del giocatore con il nick ‘solido’ che invece parte da AT. Fold del terzo giocatore e call di istanbul che rischia, in caso di sconfitta, di restare con meno di un milione. Si materializza un board bianco: 23J-J-3 e il chip leader vola a 5.927.975. Per solido un bronzo che vale 1.962,50 euro. All’heads up anche Unicef_ con uno stack da 1.542.025.

Uno scontro a due non avaro di sorprese. Con Unicef che riesce ad arrivare fino a 2.232K. A bui ancora fermi, spilla 77, e preflop lancia un miniraise. Istanbul con JT copre il valore e trova una bella notizia al flop: QQJ. Check-check la reazione dei due player, che optano per l’assenza di bet anche dopo il turn, dove scende 8 che assicura al chipleader un gutshot straight draw. Il 5 sul river, invece, viene accolto con una puntata per valore di istanbul che mette 300K chiamate da Unicef. Il pot da oltre un milione finisce ancora una volta nelle mani di istanbul.

All’ultima mano il chipleader ci arriva con 5.457.975, mentre per Unicef lo stack è poco sopra i 2 milioni. Le starting hands sono K9 e K8, con il runner up in deciso vantaggio: la sua suited è quotata al 64%, solo il 21% per l’avversario, mentre le possibilità di uno split pot si aggirano intorno al 14%. Per entrambi i player impegnati nel colpo, un atterraggio morbido sul flop dove trovano un’ottima top-pair: K4Q. Ma la coppia di Re servita ad entrambi non serve a cambiare gli equilibri, e così si mantengono basse le puntate: al check di istanbul fa seguito una bet da 100K di Unicef, chiamata dal chipleader. Sul turn si rompono gli indugi, scende 3 e per istanbul è ancora check. Bet 310K per Unicef e raise all-in del suo avversario. Decide di rischiare e versa il milione e quattrocentomila che gli è rimasto Unicef, che trova conforto quando le carte si scoprono e comprende di aver fatto la scelta giusta: la sua mano è all’80%, con l’avversario a meno del 7% e il resto delle chance legate ad un possibile split. Ma il river è impietoso e quel 7% si concretizza in un 8 che consegna la prima moneta a istanbul e 3.155 euro al secondo classificato.