Pubblicato il in News

 

 

Logo_Gaming_Cup Amici lettori,
il nostro esordio di martedì scorso nella “Gaming Cup, Memorial Massimo Armellini” – la competizione dedicata alle squadre formate dai dipendenti delle aziende di Gaming che ci vedrà impegnati ogni martedì fino a giugno – era stato accolto con entusiasmo dall’organizzazione, che ha premiato il nostro #selfie come immagine della settimana:

 

 

ho appena inviato il primo comunicato riassuntivo della stagione per il sito, quello in pdf con tutti i risultati e le…

Posted by GamingCup “Memorial M.Armellini” on Martedì 14 aprile 2015

 

Meno esaltante il nostro risultato sul campo, complice una formazione rimaneggiata nella quale anche il sottoscritto è stato costretto a rimanere in campo dal primo all’ultimo minuto a causa della mancanza di sostituzioni. Tuttavia, speriamo che il 3 a 0 subito da una delle due finaliste dello scorso anno possa essere ritenere un risultato “d’attesa”, considerato che era la prima volta che scendevamo in campo e che abbiamo tenuto il risultato sullo 0-0 fino alla fine del primo tempo.

 

Se vi fa piacere “conoscerci” attraverso le valutazioni calcistiche, vi lasciamo alla lettura delle pagelle su ognuno di noi, con una valutazione che comprende anche la partitella di allenamento di giovedì scorso…

 

 

Emanuele (portiere): voto 8. Lo aveva già dimostrato nella prima partita di allenamento e ne ha dato ampia conferma negli incontri di martedì e giovedì: sempre attento e sempre pronto a spronare i compagni di squadra, eletto all’unanimità il nostro migliore in campo nella partita di martedì: se non ci fosse stato lui in porta avremmo preso almeno 4/5 gol in più! Unica pecca nel suo palmares, l’aver subito un gol da me nella partita di ieri… come suggellato dalla battuta di Guido “Con il gol di Ivan, alle 20:27 di giovedì 16 aprile è morto il calcio!”. PILASTRO

 

Pierluigi: voto 6. In entrambi gli incontri dopo la prima mezz’ora va un po’ in affanno (per usare un eufemismo), e deve ricorrere al senso della posizione (e a qualche calcetto all’avversario, se necessario!). La forma fisica è ancora una chimera, ma la forza di volontà gli fa guadagnare la sufficienza piena! PANZER

 

Fabio: voto 7 e 1/2. “DEVI STARE ZITTO!” e “FAGLI CAPIRE CHI COMANDA IN CAMPO!” sono i tormentoni che ci accompagneranno nel corso di questa Gaming Cup! Un vero LEONE in campo, dovremo stare attenti perché è l’uomo che può farci ritrovare in una rissa colossale! INDOMABILE

 

Marco: S.V. Questa volta a fermarlo non sono state le scarpette, ma un dolore al petto che lo ha costretto a lasciare il campo dopo 5 minuti e che ha tenuto noi per tutta la serata con il timore che stessimo per perderlo! La bustina di Aulin e le “50 sfumature di GRICIA” dopo la partita lo hanno riportato tra noi. LAZZARO

 

Giulio: voto 4 e 1/2. Un uomo capace di segnare un incredibile gol al volo da centro area su passaggio dalla fascia e poi mangiarsene 4 sparando alto a un metro dalla porta. Se fosse andato dentro quel tiro sul 2-0 per Codere… forse staremmo parlando della stessa partita, ma avremmo almeno fatto il gol “salvafaccia”! IMPRODUTTIVO

 

Gioacchino: voto 5. Della sua partita ricordiamo più urla che tocchi di palla: quasi sempre a terra, riesce a farci guadagnare punizioni che neanche Bocelli ci avrebbe assegnato. PROTAGONISTA

 

Stefano: voto 7 e 1/2. Inarrestabile, riesce a coprire il centrocampo, le fasce, la difesa e pure l’attacco! Corre anche per il resto della squadra, ma da solo può poco contro quelle bestie inferocite che erano i nostri avversari, tra l’altro aizzate da un allenatore un po’ su di giri (chi se li scorda i suoi “NON MOLLIAMO UN CENTIMETRO, CA**O!” o “FORZA, SIAMO SULLO 0-0!” a cinque minuti dalla fine, sul 3 a 0 per loro, contro una squadra visibilmente allo stremo delle forze!). PENDOLINO

 

Diego: voto 4 e 1/2. Nella partitella di allenamento della settimana scorsa aveva impressionato meglio, ma anche lui ha subito il tracollo fisico. Si prende un fallaccio da un avversario, ma restituisce qualcosina in 2/3 occasioni in modo meno evidente, con tanto di lodi da parte di Giulio e Stefano, spettatori ravvicinati. VENDICATIVO

 

Ivan: voto 4. Il voto sarebbe ancor più basso, se non confortato dal fatto di dover essere rimasto stoicamente in campo per mancanza di sostituzioni. Il mio unico desiderio sarebbe ammazzare l’omino che ha ripreso l’incontro ed ha caricato gli highlights su YouTube, immortalando le mie nefandezze. Tra l’altro, in quel video, mi sono rivisto con una panza che non pensavo di avere: sembravo quel mio amico ingrassato cui ho sempre detto “ma come hai fatto a mettere su tutti ‘sti chili??” INGUARDABILE

 

 

Gennaro: voto 7 e 1/2. Il primo grande assente di martedì scorso: prende palla, imposta il gioco e fa girare tutta la squadra. Dotato di fiato invidiabile, torna in difesa per aiutare in copertura. In lui sono riposte gran parte delle nostre speranze per le partite del campionato. REGISTA

 

 

Guido: voto 7 e 1/2. L’altro grande assente dell’incontro nella Gaming Cup di martedì scorso: un mattatore davanti alla porta, dribbla, salta l’uomo, salta il portiere e, qualche volta, segna pure! Scherzi a parte, è solo invidia verso le sue doti calcistiche. Considerato che dopo la partita di esordio nella fanpage della Gaming Cup siamo stati definiti una squadra di gentiluomini (clicca qui per il post), si è impegnato a farci recuperare subito l’immagine che meritiamo, guadagnandosi in pochi minuti il primo cartellino! PROMESSA

 

 

Filippo: voto 8. Si è seduto in panchina da allenatore e ha dimostrato di saperla lunga. Gran motivatore, non ha smesso di urlare per un attimo, incitando la squadra, chiamando le posizioni e dando i corretti suggerimenti ad ognuno. La sua presenza in panchina è ormai imprescindibile dalla partecipazione della squadra al campionato. MISTER

 

 

Max: voto 8. L’A.D. non si smentisce mai, e quando c’è da aggregare lui è sempre presente. Segue la partita con la trepidazione di chi scenderebbe in campo se potesse, pur di dare una mano e portare a casa il risultato. Le sigarette fumate, però, confermano che anche per lui è preferibile il ruolo di C.T., piuttosto che quello di calciatore. ZEMANIANO

 

Se le pagelle vi sono piaciute, continueremo a pubblicarle anche nelle prossime settimane, provando a farvi vivere questa entusiasmante competizione insieme a noi!

if   🙂