Pubblicato il in News, People's Poker Tour, Poker

Filippo Bisciglia ritratto nell'Isola della Tentazione...!

Filippo Bisciglia ritratto nell’Isola della Tentazione…!

Amici lettori,
a partire da questa sera, ogni giovedì per le prossime sei settimane avrete una nuova “tentazione” che  vi terrà compagnia durante le vostre sessioni di Poker o tra uno spin e l’altro al Casinò!

Torna su Canale 5 alle 21.10 Temptation Island, il reality condotto da Filippo Bisciglia, nostro testimonial insieme alla sua bella Pamela Camassa. Probabilmente è proprio il loro solido rapporto di coppia ad aver fatto di Filippo l’uomo giusto per raccontare le emozioni e i colpi di scena che le sei coppie protagoniste vivranno nell’isola, sottoponendosi alla peggiore (o la migliore, dipende dai punti di vista!) delle torture: la TENTAZIONE!

Per 21 giorni, infatti, saranno 12 le provocatrici – e altrettanti i provocatori – che faranno di tutto per destabilizzare le sei coppie protagoniste. Un esperimento interessante, nel quale le coppie in gioco, che vivranno separate per queste tre settimane, hanno deciso di mettere a dura prova il proprio rapporto: in qualche caso per verificarne la solidità, in qualche altro per riuscire a creare un po’ di distanza in un rapporto troppo totalizzante, in qualche altro ancora per rinverdire una unione ormai appiattita dalla consuetudine.

Quali saranno i risultati? Potremo scoprirlo solo attraverso il racconto del nostro Filippo, che sarà il confidente di ognuno dei protagonisti, ma sarà anche colui che mostrerà loro i filmati di quanto sta accadendo al partner dall’altra parte dell’isola, scatenando quelle emozioni che serviranno ai protagonisti – e agli spettatori – a trovare le risposte che cercavano…

Alla fine del 21° giorno (delle sei settimane per noi spettatori), potremo scoprire quanti andranno via dall’isola con la stessa persona con sui ci sono arrivati – confermando la forza del proprio sentimento e la stabilità del proprio rapporto – e quanti avranno scoperto che pensavano fosse Amore “…invece era un calesse”! (cit.)