PPTour, Gianluca Escobar siede da leader al final table

700_2954E’ Gianluca Escobar, partenopeo di casa a Malta, il player che è riuscito a conquistare la chipleading del day3 al Main Event del PPTour. Dietro il primo in classifica una concorrenza agguerrita ha dimostrato ancora una volta la qualità del field richiamato dall’evento. 

Lo spettacolo del final table, a partire dalle 14, sarà trasmesso dalla Peolpe’s TV fino all’assegnazione del P-Globe al giocatore che succederà a Sergio Somma, vincitore della precedente tappa ma eliminato nel corso del day3, itm ma ad un passo dal terzo tavolo finale consecutivo. 

La finalissima delle ore 14 sarà caratterizzata da due importanti differenze rispetto alle precedenti giornate del Main Event: saranno rimandate in grafica anche le hole cards, e si potrà scommettere sui protagonisti del tavolo anche in versione live.
Grazie alla tecnologia del tavolo, gli spettatori della People’s TV potranno conoscere anche le carte coperte dei player impegnati nei colpi. Poi, la grafica con gli stack aggiornati in tempo reale, la consistenza dei singoli pot, insieme all’audio del tavolo, permetterà agli appassionati di vivere tutte le emozioni della poker-room maltese anche da casa.

Questa possibilità si unisce all’esclusiva chance di scommettere sui protagonisti dell’evento, anche in modalità live. Una differita di pochi minuti, infatti, renderà scommettibile ciascun player attraverso le quote che varieranno in ragione degli stack. Intanto, dalle ore 9 e fino allo shuffle up’n’deal del primissimo pomeriggio si potrà puntare sul vincitore del PPTour. 

Eccoli, qui di seguito, i nomi dei finalisti, gli stack con cui prenderanno parte al final table: 

Gianluca Escobar        1.106.000 
Nicola Luigi Abrusci     825.000
Thomas Scordo             570.000
Alfonso Riccardi             365.000
Alessandro Barone     265.000
Manuel Lopes             146.000
Luca Beretta     123.000
Yoan Suarez               54.000 
 
Al termine della giornata la direzione del torneo ha deciso l’esclusione dal tavolo finale per Gaetano Preite, che dopo l’ultima mano giocata sul suo tavolo nel corso del day3, si è reso protagonista di una scorrettezza nella gestione dello stack: il giocatore, infatti, ha determinato una modifica delle chips assegnate ad un suo avversario, e pur avendone successivamente confermato in prima persona lo spostamento è stato ritenuto responsabile di una violazione delle regole che disciplinano la competizione. Il suo stack, già imbustato, sarà sottratto dal monte complessivo delle chips determinando un final table con solo 8 player.