Pubblicato il in generiche, News, Press Area, Scommesse

Già favorita nei pronostici della vigilia, Fiorella Mannoia ha pienamente convinto nella prima serata del Festival di Sanremo con la sua “Che sia benedetta”, tanto che i bookmaker hanno subito provveduto a ritoccarne la quota. Su Microgame Group il successo della cantante romana, di nuovo a Sanremo dopo 29 anni, è passato in un giorno da 3,60 a 1,90. Il più vicino, a 6,50, è Sergio Sylvestre, che debutterà questa sera. Fino a ieri il secondo gradino del podio, secondo i bookmaker, era di Al Bano, che però non sembra aver sfondato con la sua “Di rose e di spine” e passa da 5,50 a un più pesante 9,00. Discorso inverso per Fabrizio Moro, che alla vigilia era fra gli outsider con 15, ma avanza adesso una candidatura più corposa: il suo trionfo finale vale 9 volte la giocata. Ai quotisti Microgame non è piaciuto per niente Alessio Bernabei, ex di “Amici”: la sua quota è decollata da 28 a 65. Ma la performance peggiore è quella di Giusy Ferreri, che fino a ieri figurava tra i maggiori favoriti, a 7,00, e che oggi è letteralmente spinta via dal pronostico, a 35. Sulla quota, però, influisce anche il fatto che l’artista figura tra i tre possibili eliminati, con Ron (25) e Clementino (65). Reggono Marco Masini a 10 e Gigi D’Alessio a 12.

RED/Agipro