Pubblicato il in Generiche, News, Press Area, Scommesse

Nel 2014 si è fermato a quattro gol, nessuno nella fase a eliminazione diretta, culminata con la sconfitta contro la Germania nella finale del Maracanà. Quattro anni dopo, Leo Messi riparte a caccia dell’unico trionfo che gli manca per varcare la sottile linea che lo separa da Diego Armando Maradona, l’ultimo in grado di trascinare l’Argentina al trionfo. Il debutto al Mondiale 2018 promette bene per la Pulce, almeno nelle quote dei bookmaker: contro l’Islanda, rivelazione degli ultimi Europei, il gol di Messi è attesissimo nelle quote Microgame, che offre la prima rete a 1,80 (l’offerta più bassa nelle scommesse sui marcatori) e la doppietta a 4,60. Anche l’Argentina parte fortissimo in lavagna, visto che la prima vittoria nel gruppo D vale appena 1,32 ed è stata scelta nel 99% delle giocate. Il compito di Hallgrímsson e i suoi, al debutto in un Mondiale, sarà durissimo: dopo quattro sconfitte e un pareggio nelle ultime amichevoli disputate, l’Islanda è piazzata a 10,50, con meno dell’1% delle preferenze, e anche il pareggio è offerto a quota sostanziosa, a 5 volte la posta. Segnare almeno una rete è comunque un obiettivo possibile, dato a 2,08; in prima fila per lo storico gol c’è Alfreð Finnbogason a 4,00, mentre per Jóhann Berg Gudmundsson, salito alla ribalta in Premier con il Burnley, l’offerta è a 7,50. Per l’Argentina un occhio di riguardo va a Gonzalo Higuain e Paulo Dybala, che pur partendo dalla panchina hanno la fiducia dei bookmaker: sul tabellone dei marcatori i due sono a 2,25 e 2,40.