Challenge – Ciccio al Final table dello Shoot Out …e Ivana si concentra per il Ladies!

Leggero ritardo sulla tabella di marcia, ma lo Shoot Out parte, in una doppia location: tre tavoli nella poker room, l’ultimo nell’arena, perché ripreso dalle telecamere di POKERItalia24. Su questo tavolo c’è il nostro Francesco Iannì. Gli altri tre players selezionati per la nostra squadra sono: il capitano Vito Erasmo Labarile, Demy Carbone e Salvatore Galizia. Sono tutti concentrati, pronti ad arrivare all’heads up del proprio tavolo, per poi accedere al tavolo finale. È proprio questa, infatti, la formula di un torneo si tipo “shoot out”: su ogni tavolo si gioca come in un Sit&Go, sul quale resteranno i primi due. I due vincitori di ogni tavolo passeranno al tavolo finale, che si giocherà domani…

19:30 – Tutto tranquillo fino al terzo livello, poi…

Struttura veloce per lo Shoot Out, con livelli da 15 minuti. Si arriva senza troppo scossoni al terzo livello, quando Max Pescatori spilla K-K. Raise, re-raise, all-in e call e si ritrova allo show-down contro un A-K. Il board regala un asso all’avversario e il capitano di GD Poker resta cortissimo. Qualche mano dopo spinge ancora, stavolta contro il nostro Salvatore Galizia. Max ha una coppia di 6, il nostro Salvatore A-K. Anche stavolta il board favorisce Anna Kournikova e Max Pescatori è il primo eliminato dal torneo Shoot Out. In due mani ha restituito con gli interessi quello che si era preso nel tavolo capitani, quando non solo aveva vinto, ma aveva addirittura chiamato la carta che doveva uscire al river!

Quando arriva la pausa Salvatore Galizia ci confessa di essere emozionato: era un colpo scritto, è vero, ma eliminare un campione del mondo gli ha fatto un certo effetto…

19:50 – Il secondo killer è Demy!

Non passa molto tempo dalla prima eliminazione che ci pensa il nostro Demy Carbone a raggiungere Salvatore nella lista dei “killer” ai tavoli: elimina un player del team iZiPoker e si porta a 37mila. Due player eliminati fino ad allora…e ci hanno pensato i nostri!

20:20 – Ora il tavolo televisivo è più “brutto”…

Il tavolo televisivo perde non solo un’ottima giocatrice, ma anche la più bella presenza al tavolo! Carlotta Bulgarelli che, ricordiamo, è l’unica superstite del team Winga nel Main Event, seconda nel chip count assoluto, viene eliminata dal tavolo televisivo, quello nell’arena, che per questo diventa più “brutto”…

20:30 – Anche il funambolo lascia il tavolo televisivo…

Francesco Iannì, che aveva cominciato malino questo tavolo, giocando un paio di colpi in maniera discutibile, come lui stesso ammetterà poco dopo, si rifà alla grande: lascia Riccardo Lacchinelli con sole 400 chips e si porta a 38mila, chip-leader del tavolo. Il funambolo, nella mano dopo, spilla A-10: prova a risalire, ma becca un’altra mano sfortunata ed è eliminato…in onore a Riccardo possiamo dire che ora il tavolo è anche un po’ meno simpatico…!

22:30 – Dopo la pausa cena perdiamo il capitano…

Destino infausto anche per il nostro capitano, dopo l’exploit nel tavolo precedente. Vito era andato in pausa cena già da corto e, non appena rientrato, ha provato a spingere immediatamente. Non trova fortuna ed è il nostro primo player eliminato. Una nota di rilievo per il nostro Vito che, al secondo livello, aveva costretto un avversario a foldare K-K. Non sveliamo le carte di Vito, ma possiamo solo applaudire al suo evidente carisma al tavolo.

22:45 – Anche Demy lascia il tavolo…

Al tavolo del nostro Demy c’è un Niccolò Caramatti scatenato: è concentrato, ma ha anche attivato la “turbochiappa”, per dirla alla POKERItalia24! È chip-leader del tavolo, con 60mila chips. Nel frattempo il nostro Demy si è accorciato fino a restare con 13mila chips perdendo, tra l’altro, una mano proprio contro Caramatti. Si ritrovano ancora faccia a faccia quando Demy manda i resti: Caramatti chiama e mostra A-A…è almeno la quarta volta che si ritrova a bordo dell’American Airlines! Inutile raccontare la mano…non c’è storia per il povero Demy, che lascia sconsolato il tavolo. Ammette di aver giocato male un paio di colpi, che hanno sicuramente influito sul suo torneo…

22:55 – I nostri due sugli scudi…

Salvatore Galizia è rimasto un po’ corto: nel suo tavolo, che sembrava il più “chiuso”, sono stati eliminati velocemente 3 giocatori. Restano in 4: il giocatore seduto accanto al nostro CipCiap è il primo a parlare e manda i resti. Salvatore, di bottone, spilla due aitanti cowboys e manda anche lui, per isolarsi. Piccolo e grande buio passano, così si va allo show-down: il giocatore del team Unibet mostra 8-8. Il board è bianco e Salvatore elimina il suo avversario. Restano in tre al suo tavolo.

Nel frattempo arriva dall’arena Francesco Iannì: il suo tavolo è stato spostato qui dall’arena, sostituito da quello che era il tavolo del nostro Vito. Gli chiediamo come sta andando: la sua risposta è, pià o meno “…siamo rimasti in quattro, gli altri due li ho eliminati io, ho visto tante di quelle carte che mi sono scandalizzato io stesso…!”. Insomma, il nostro Ciccio ha più di 60mila chips e sta dominando il tavolo su cui restano seduti anche Gabriele Galb Lepore del team Sisal, Giovanni Mansueto del team iZiPoker ed Erion Islamay del team GD Poker… 

23:25 – I primi due prenotano il posto al tavolo di finale…

Sono Niccolò Caramatti del team Sisal e Alessandro Fasolis della squadra di Winga i primi due finalisti: Fasolis elimina Dinobreak, capitano della squadra Snai Poker e passa. Caramatti li guardava dall’alto delle sue 75mila chips, pensando già a domani…

23:40 – Un bloody river condanna Salvatore Galizia…

Il nostro simpaticissimo giocatore avellinese è il più corto dei tre al tavolo ed è di bottone: spilla Q-J off e decide di mandare i resti. Lo chiama Dario Rusconi, del team BetPro. Fold del Big Blind, Stefano Francescon di Snai Poker. Rusconi gira A-10. Il dealer, appena arrivato a quel tavolo, riesce immediatamente a farsi notare, girando un flop diabolico: Q-J-10, che regala la doppia al nostro Salvatore e una coppia, con progetto di scala gutshot al suo avversario. Al turn gira un 2, ma al river poggia sul board un altro 10. Salvatore, purtroppo, è eliminato. Gli resta la soddisfazione di aver giocato un buon torneo e la foto con Max Pescatori che, da grande campione, ha dimostrato di non essersela presa per l’eliminazione…così altri due players vanno ad aggiungersi al tavolo finale di domani: Dario Rusconi e “MrMojoRising” Francescon.

0:05 – Ciccio Iannì vola al tavolo finale…

Mentre seguivamo il tavolo di Salvatore Galizia, notiamo che Galb si allontana dal tavolo di Francesco Iannì, lasciando il posto vuoto. Restano in tre anche al tavolo di Ciccio: dopo qualche mano Giovanni Mansueto si ritrovano in un colpo contro Erion Islamay. Il flop ha mostrato 4-4-A, per una instant-bet di Giovanni Mansueto, seguita dal call di Erion. 5 al turn, con il check di entrambi, poi Q al river: Giovanni ci pensa un po’, poi mette tutte le sue chips nel piatto, circa 6mila. Erion ricostruisce la mano, fa le sue valutazioni e chiama. Giovanni Mansueto getta istantaneamente le sue carte: Erion ha fatto una lettura strepitosa! Vince il piatto mostrando K-9 ed elimina l’avversario…si guadagna l’accesso al tavolo finale tra i complimenti di tutti, compreso il sottoscritto…

Aspettiamo il verdetto dell’ultimo tavolo, quello in arena, mentre osserviamo che i 6 finalisti, fino ad ora, provengono da squadre diverse…bene per noi, che siamo in testa e abbiamo giocato il jolly in questo evento…si va giù in arena a gufare

1:00 – Facciamo un po’ di conti…

 L’arrivo in arena ci fa immediatamente risaltare che ognuno dei quattro player al tavolo appartiene ad una squadra che ha già un finalista: le due squadre che non porteranno players al tavolo finale sono Unibet e iZiPoker. Tra i quattro c’è Carla Solinas, di GD Poker, una delle squadre che, come noi, ha giocato il jolly…sempre poco sportivamente, continuiamo a gufare…

1:20 – Arrivano gli ultimi due: le gufate non son bastate…

Una serie di show down si susseguono sull’ultimo tavolo: il corto raddoppia per tre volte di seguito, poi la svolta: Matteo Rooney Taddia viene eliminato e lascia il tavolo. Restano Maurizio Guerra, Marco Bognanni e Carla Solinas. Pochi minuti dopo viene “eletto” l’ultimo uomo-bolla di questa giornata: non è molto contento di questa nomina Marco Bognanni!

Molto più soddisfatti i team di GD Poker, con Carla Solinas che si aggiunge a Erion Islamay e di Sisal Poker, perché Maurizio Guerra raggiunge il compagno Niccolò Caramatti. Come già detto precedentemente, gli altri quattro players che domani giocheranno la finale del torneo Shoot Out sono Alessandro Fasolis di Winga, Stefano Francescon di Snai, Dario Rusconi di BetPro e il nostro Ciccio Iannì. L’appuntamento è per domani, 6 ottobre, alle 15, sempre qui nell’arena del casinò Perla di Nova Gorica.

Noi, invece, vi diamo il primo appuntamento su People’s Radio alle 13, con gli aggiornamenti in diretta. Alle 15, su People’s Tv, potrete vedere la sintesi di quello che abbiamo vissuto oggi. Alle 16:30, ancora IN DIRETTA dal Perla, faremo un’altra puntata speciale del RadioBlog. Alle 18, invece, io e il magico Giba “staccheremo la spina” per un’oretta, con un Jumble Village che ci vedrà virtualmente riuniti in un’unica stanza virtuale, pur trovandoci a più di mille chilometri di distanza. Non potranno, però, mancare gli aggiornamenti dal Perla, dove sarà impegnata anche la nostra Ivana Napolitano al tavolo del “Ladies”. Con noi – in studio con Giba, al Perla con me, dal vivo o alla cornetta del telefono – tanti ospiti d’eccezione…e voi ci sarete??

 

if   🙂