PPT Campione – Si chiude il Day 2: Aragon il chip leader!

Valeria Bergomi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ore 1:50

Dopo estenuanti fasi di gioco hand for hand, si chiude il Day 2 con i 56 giocatori a premio! L’uomo bolla dell’evento è un caro amico dell’esperienza vegasiana, Silvio Crisari. Da short stack manda i resti con 99, l’opponent mostra 77 e… bloody river, esce il 7 in quinta! I 56 superstiti esultano e imbustano: la bolla è scoppiata tre minuti oltre il termine del 9° e ultimo livello di gioco.

In vetta alla classifica provvisoria, il vincitore del Cash Game Adventure cerca il bis. Già quarto alla prima tappa del PPTour 2011, a Kranjska Gora, Nicola Abrusci accede al Day 3 da Chip leader e punta decisamente alla vittoria. Alle sue spalle Fausto Oioli Walter e Treccarichi gli contenderanno la vittoria fino alla fine!

Passa il turno anche il nostro Vito Labarile, che in questa tappa è apparso più concentrato e determinato che mai. Ha 115mila chips.

Domani appuntamento alle 11 per il WSOP Table e alle 15:30 per il Day 3 del Main Event!

Ore 24:00

Brutta botta per Vito. Con JJ, contro Emanuele Vincenti, rilancia al bet dell’avversario che va in all  in. Chiama e Emanuele gira AK. Al board un K e Vito perde un piatto da oltre 100mila, scendendo a 110mila chips. Tutto da rifare, ma c’è tempo…

Poche mani dopo Emanuele manda i resti con AJ, Walter “Cesarino” Treccarichi chiama con AQ e vince la mano. Emanuele Vincenti è player out e ora siamo a due dalla bolla!

 

Ore 23:20

Ancora pausa, ma stavolta straordinaria per l’ingresso delle pokerine che per l’ultima volta sfileranno sul palcoscenico del PPT. Questa sera, infatti, verranno elette le due vincitrici che diventeranno le testimonial ufficiali di People’s Poker!

Nel frattempo si procede con i chip race, per togliere dal gioco le chips di piccolo taglio, rese inutili dall’incrementarsi dei bui. Si riprenderà dal 17° livello, con bui 2500/5000 e ante 500.

Vito, poco prima della pausa, ha vinto due bei piatti contro il chip leader Angelo Anservino e si è portato a 177mila, stack che gli garantisce il 18° posto provvisorio.

Andrea Galli, dopo aver sofferto con uno stack troppo corto per tutta la giornata, da bottone va in all in con 9♦7♦. Calla il big blind con K♥6♦. Al flop Andrea ha una incoraggiante bilateral con 10 8 4 e outs infiniti, ma 10 e 3 runner runner lo mandano a casa… la sofferenza è finita per Umbrella, la foto non necessita commenti!

Ore 21:50

Davide Silvestri esce “smanoddando” dalla poker room. È su un tavolo tosto e con 40mila chips è schiacciato dai due leader del tavolo, seduti accanto a lui l’uno a destra, l’altro a sinistra. Della mano c’è poco da raccontare: non riesce a giocare da tempo ed è sicuro si sia fatto a fama di giocatore tight. Decide di mandare alla prima figura e così fa: K10 manda 36mila, rilanciando il bottone che ha messo 6mila. È fuori posizione e questo dovrebbe spaventarlo abbastanza. Invece chiama… XXX…X…X! Nulla al board e l’avversario vince con A carta alta… chi conosce Davide può immaginare come abbia commentato l’accaduto!

 

 

 

Ore 21:30

Purtroppo Ciccio Iannì è player out. Chiama il bet dell’UTG da small blind con AJ. AKX al flop, check-check e ancora K al river, Iannì betta 9K e call dall’oppo, check, bet 15K e call… l’UTG mostra KJ e Ciccio si accorcia. I bui gli rosicchiano ulteriormente lo stack e, quando dopo qualche mano il bottone mette 9mila chips nel piatto, pusha da big blind con 28K e trova il call. K9 contro AK, river K e ora solo c’è solo Vito dei nostri.

Ore 20:45

Si va alla pausa cena con Ciccio Iannì che ha perso quasi metà stack. Con davanti 125mila chips, con A10 snappa lo small blind che pusha 13K con Q6. Flop e board bianco, river 6. Poi da hijack, con A♦K♦, tribetta 35K sull’opponent che pusha con A♥9♥. Tre cuori al flop e Ciccio perde altri 8mila. E ancora con AJ raisa 6500, ri-raise 22K di un’avversaria e Ciccio folda. La giocatrice, dimostratasi chiusa fino a quel punto, gira AQ. Il nostro pro torna al tavolo carico, pronto ad invertire la tendenza e deciso a puntare al tavolo finale!

 

 

 

 

Ore 19:15

Ancora tavolo 2, bui 1200/2400, e ancora Caramatti protagonista con una tribet da MP sull’UTG Pier Paolo Pallassini. Call di Pallassini e si va al flop: 6♥8♥9♣. Check di Pallassini, bet 11mila di Caramatti, raise 40K e Niccolò ci pensa… conta le chips, cerca di leggere l’avversario che rimane imperturbabile. Viene chiamato il tempo dal bottone, Caramatti contesta che c’è in gioco un pot da oltre 100mila chips! Chiede a Pallassini se, nel caso foldasse, gli farebbe vedere le carte. “mi sei simpatico… te le faccio vedere…”. Fold e Pier paolo mostra A♥10♥ e Caramatti tira un sospiro di sollievo… “eri avantissimo” ammette…

 

 

 

Ore 18:50

Si va in pausa con 113 player ancora in gara. Poco fa Giampiero Piccinno è stato eliminato. Sportivamente lascia la sala, ma conoscendo il suo spirito combattivo sappiamo che difficilmente accetterà l’eliminazione. Raggiungiamo un sorridente Vito Labarile mentre raggiunge Nicola Abrusci a “bordo campo” e gli chiediamo il motivo di tanta gioia. Da UTG rilancia su Niccolò Caramatti di SB che tribetta in risposta al nostro Capitano. Vito chiama, flop K92, turn 6, river 9 e con K9 in mano chiude il full che scoppia i due Assi di Caramatti. Ora è a oltre 80mila chips. “Non scrivere che ho sculato”, mi chiede, io gli rispondo che “only the braves!”. Nel poker senza le sculate non si va molto avanti!

 

 


 

Ore 18:30

Mancano 20 minuti alla fine del 13° livello e alla minipausa da un quarto d’ora. Paola Vella ha 40mila chips. In assoluto non è da considerare corta, ma il suo obiettivo è il pacchetto per il Ladies Event delle WSOP 2012 e per aggiudicarselo deve arrivare prima fra le donne della piattaforma. Davanti a sé, in classifica, ha due avversarie molto più lunghe e decide di spingere. Con bui 800/1600, da SB, spilla AQ off suited raisa 7000, un giocatore in middle position rilancia 20K e lei manda i resti. Sfortunatamente l’avversario floppa la scala con Q 10 9, turn e river non le servono e deve dire addio al torneo. Complimenti a lei per la tenacia e la determinazione dimostrata anche stavolta.

 

 

 

Ore 17:00

Bui 800/1600, Alessandro Speranza apre da SB, Dario Guarnuto, da UTG+1, flatta. Flop 9♣4♣7♦, ancora bet e call. Turn 3♦, stesso trend del flop. River Q♠, Speranza manda i resti, Dario alza le spalle e chiama come per dire: non posso fare altro. K♦K♥ contro 9♠7♠. I due Cowboys sparano a salve, ladoppia coppia di Dario elimina un altro grande del poker italiano…

 

 

 

 

 

Ore 16:25

Giuseppe Pignatelli conta le chips che ha davanti. Sono poco più di 45mila. L’UTG+1 ha mandato la vasca per meno di 5K. Si guarda intorno e va in all in per tagliare fuori ulteriori avversari. Si scoprono le carte: Terremoto ha A♥A♦, l’avversario K♥J♥. Subito un A♠ al flop, poi J♠ e 4♥. 3♥8♣ runner runner e teremoto fa fuori l’opponent, toccando quota 55mila chips. Pochi minuti e si va in pausa con 158 player ancora in gara. Si ripartirà tra 15 minuti con bui 800/600 e ante 200.

 

 

 

 

Ore 15:45

Anche Cristiano Blanco è player out. Una lotta fratricida con Francesco De vivo, segno intangibile della correttezza estrema dei duo amici, lo vede sconfitto con due assi scoppiati. De Vivo rilancia 1200 da UTG, Blanco lo sfida con 4mila e l’amico pusha 85mila. Cristiano manda i resti: AA contro AK. Due cowboys al flop e la sua partita è finita…

 

 

 

 

 

Ore 15:40

Roby S rilancia 2300 da UTG, UTG+1 chiama, Salvatore Elia, cut off, mette nel piatto 5900. Fold dell’esuberante Roby S, all in dell’UTG+1 e call di Toti. Show down: 10 10 contro AQ off. Il board è binanco Toti è player out. Quasi in contemporanea Sara Ugenti, moglie di Salvatore, a UTG rilancia 4500 su bui 500/1000. Call dell’hijack. A57 rainbow al flop, Sara con AQ in mano manda, chiama l’avversario che mostra le stesse carte ed è split pot. Poco dopo, con ancora 18mila davanti, Sara manda ancora con 55, ma trova due cowboys e un board inutile. Segue la sorte del marito ed è player out… una delle coppie più belle della famiglia People’s lascia il main event, noi vogliamo ringraziarli con questa foto…

 

 

 

Ore 15:10

Ciccio Nguyen è player out, ma sempre con il sorriso sulle labbra. Raisa da middle position con K♥Q♠, il big blind manda e l’Aggressivo chiama. 88 per l’opponent, board bianco e il coin flip si risolve a favore del grande buio. Poco dopo Salvatore Bonavena, appena sopra 20mila chips, arriva allo show down in diretta tv. A♣10♣ contro K♦10♦ dell’opponent. Tiene l’Asso e Salvatore torna a respirare con oltre 50K.

 

 

 

 

 

Ore 14:50

Poche mani e Krisztina è già out. C’è molta action, dal momento che diversi giocatori sono corti e devono pushare alle prime carte appena decenti. Nel silenzio della sala udiamo la voce di Giampiero Piccinno che esclama: “double up!”. Ai resti pre flop con Umberto Calabrese, che ha oltre 110mila chips, Copetaken mostra A♣A♠, il Milionario A♥K♣. Un A♦ cade come prima carta del flop, seguito da 5♥8♠. Turn 10♠, river 7♦ e Giampiero, seriamente candidato alla vittoria della classifica Pro, sale a oltre 70 mila chips. 

 

 

 

 

Ore 14:30… che il Day 2 abbia inizio!

Ultimo briefing prima della partenza del Day 2. 210 i player ancora in gara per un payout che premierà 56 di loro. Oltre 700mila euro di montepremi e un primo premio di 150mila! Otto le donne ancora in gara, con i nostri angeli custodi Szilvia e Krisztina forse un po’ corte, ma pronte a dar battaglia. Migliore delle donne Valeria Bergomi, che a dispetto del cognome non sembra abituata difendere! Salita alla ribalta durante il Challenge di Nova Gorica, è da poco entrata nella famiglia People’s ed si è subito fatta notare. Sembra il suo punto di riferimento pokeristico sia Dario Alioto e questo basta come biglietto di presentazione. Partirà dalla 99ª posizione con 39400 chips, poco più di Paola Vella, posizione 108, ieri seconda al Pink Table. Per la bionda salentina ancora una delusione: da tempo insegue il ticket per il Ladies Event delle WSOP, riuscendo solo a sfiorarlo in più occasioni. Poco meno di 30mila fiches per Sara Augenti, anche lei protagonista ieri del “tavolo rosa” e già vincitrice del pacchetto per il Ladies Championship a Nova Gorica. Erica Parlati ha 25mila chips e sarà protagonista anche del WSOP table, grazie alla bella prestazione al Road to WSOP lo scorso 7 dicembre. Ultima tra le donne Daniela Parrotti, con 17600 chips. Tutto è pronto per lo shuffle up and deal…