Il Programma delle WSOP 2012 promette spettacolo… preparatevi a qualificarvi con People's Poker!

Il Programma delle WSOP 2012 promette spettacolo… preparatevi a qualificarvi con People's Poker!
Preparate i passaporti e volate a Las Vegas!

Anche quest’anno People’s Poker è il partner italiano ufficiale per le WSOP di Las Vegas. Una strada privilegiata per raggiungere il Rio Casino e partecipare all’evento più prestigioso del mondo del poker, grazie all’accordo triennale in esclusiva con la “Caesars Ent.”. L’anno scorso i nostri player hanno dimostrato di poter competere alla pari con gli affamati squali del nuovo continente, portando a casa ottimi risultati e un bel po’ di dollari. Quest’anno puntiamo ancora più in alto, sognando il November Nine. Già al ritorno dalla prima tappa del People’s Poker Tour troverete in lobby i tanto agognati  tornei di qualificazione che, in esclusiva per l’Italia, metteranno in palio tantissimi pacchetti per il main event da 10k e un side da 1,500 dollari, naturalmente accompagnati da uno stuolo di satelliti per tutte le tasche… perché sognare Las Vegas è un diritto di tutti!

I protagonisti dell'heads up finale di Campione d'Italia: Dario e Arcandelo

Già sei i nostri giocatori qualificati per tre diversi eventi e che tra poco più di tre mesi prenderanno il volo per il Nevada, pronti a vivere l’esperienza più straordinaria della loro carriera di gamblers. Nicola Abrusci, noto sulla piattaforma come Aragon, ha conquistato un pacchetto per il Main Event da 10,000$ vincendo la Cash Game Adventure del PPTour 2011, mentre  Rino Ryno67 Cirillo parteciperà al medesimo torneo come vincitore dell’ultimo WSOP Table a Campione d’Italia. Stesso destino per il Cavallo Pazzo Arcangelo Anservino, che parteciperà al main di Las Vegas grazie allo straordinario trionfo dell’ultima tappa. Pronti per la traversata transoceanica anche il runner up dell’evento Dario Dinapo27 Guarnuto e il terzo classificato, Vincenzo Zoccali, per i quali il destino ha un evento WSOP da 1,500 e 1,000 dollari.

Nicola Abrusci, vincitore del Cash Game 2011

Il sesto qualificato, invece, proviene dall’online e ha conquistato il proprio pacchetto semplicemente… “studiando il Texas Hold’em”!  Filippo Battaglia, infatti, è il vincitore del freeroll dedicato ai possessori del libro Vincere a Texas Hold’em e ha dimostrato di saper mettere in pratica i preziosi suggerimenti dei due autori, Fabrizio D’Aloia e Claudio Zecchin. Il reggino sa già di avere in mano un ticket per un sogno e attende solo di sapere in quale evento potrà confermare le proprie qualità.

Solo da pochi giorni, infatti, la direzione delle WSOP ha pubblicato il tanto atteso calendario ufficiale di quella che, a detta di tutti, sarà la più grandiosa e spettacolare edizione di sempre. Dopo i  numeri da record del 2011, fatti registrare malgrado il “Black Fiday” del poker online americano, le 43esime World Series of Poker si preparano a sorprendere, con un programma quanto mai ricco di novità e destinato a scrivere una nuova pagina nella storia di questa disciplina.

Jack Effel, Direttore Tornei WSOP

“Abbiamo introdotto nuovi, fantastici eventi” dichiara Jack Effel, Direttore del Torneo per il settimo anno consecutivo, “e riproposto molti di quei baluardi tanto cari ai nostri giocatori”. La novità più evidente riguarda senza dubbio il numero di eventi: ben 61, contro i 58 dell’anno scorso, con cinque new entries che impreziosiscono un palinsesto già ricco. La prima sorpresa ci sarà già il 29 maggio, con l’Heads-Up No-Limit Hold’em/Pot-Limit Omaha da 3,000$, in cui i giocatori duelleranno alternando le due specialità con manches da 20 minuti. Il 31 sarà la volta del Mix-Max No-Limit Hold’em da 5,000$, specialità che ha debuttato alle WSOP Europe nel 2011 in un evento vinto da un entusiasta Michael Mizrachi. Per chi difende il gioco loose/aggressive è in arrivo un Four-Handed No-Limit Hold’em da 2,500$ che promette spettacolo, mentre gli amanti della action non potranno disertare l’Ante Only NLH da 1,500$, un torneo senza bui, in cui tutti i giocatori pagano l’ante ad ogni giro, con l’esclusione del bottone, che ha la facoltà di scegliere se partecipare o meno alla mano. Ma l’evento più atteso è senz’altro il #55 del 1° luglio: il The Big One for One Drop, un No Limit Hold’em dal fantasmagorico buy in di 1milione di dollari!

Se tutto ciò non dovesse bastare, ci pensa sempre Jack Effel a rincarare la dose: “Quest’anno estenderemo la nostra presenza per includere ulteriori tavoli dedicati al cash game” dichiara orgoglioso la voce ufficiale delle WSOP “e concederemo maggior spazio ai tantissimi satelliti e tornei giornalieri, così che i giocatori possano trovare tutto il divertimento che cercano, senza dover neppure lasciare il Rio Convention Center”. Alle due immense sale Pavilion e Amazon, già capaci di ospitare tremilacinquecento giocatori, è stata aggiunta la Brasilian Ballroom, portando il numero totale dei tavoli da 378 a 470 e l’area di gioco da ottomila a oltre diecimila metri quadri. Tra vecchie certezze, strabilianti novità e continue sperimentazioni, le WSOP 2012 si preparano a vivere una nuova stagione, destinata a riscrivere le regole del poker.