Verso il PPTour di Saint Vincent – Zambon vede il bluff e pensa al Main Event

Verso il PPTour di Saint Vincent – Zambon vede il bluff e pensa al Main Event
Simone dà l'ok dal tavolo del Main

Anche Simone Zambon sarà della partita!
Inizia a prendere corpo il field della prossima tappa che animerà il Main Event del People’s Poker Tour, in programma a partire dal prossimo 9 gennaio nel casinò di Saint Vincent .
Simone, con il nick ‘zambo89’, era arrivato ad un soffio dalla qualificazione per più di una volta, poi la scorsa notte la zampata vincente è stata inferta ai danni di un altro amico della piattaforma, Gino Ciarelli da Teramo, in lobby ‘nonloso93’.
Per il runner-up la buona affluenza al torneo, ha materializzato un premio in denaro che gli consente non solo di coprire le spese sostenute ma anche di riprovare a stretto giro la scalata all’evento live.

La partita, già caratterizzata da diversi capovolgimenti di fronte, ha poi conosciuto un momento di repentino riequilibrio proprio nelle sue ultime battute, precisamente durante l’heads up finale.
Al testa a testa più importante Simone Zambon è sotto con le chips, siamo ad un livello di bui da 750/1.500 e gli stack vedono Ciarelli a quasi 90mila, avanti di circa 16K. Si sta per giocare la mano più importante della partita, o almeno quella che sicuramente sarà ricordata per più tempo dai protagonisti al tavolo.
Simone spilla KQ off, e lancia un miniraise a 3mila seguito da un altro rilancio di Ciarelli: 7.500 l’importo del re-raise! Forse è questa la scelta, il momento preciso, a cui è possibile ascrivere l’esito dell’incontro!!!

Zambon insegue, e fa bene visto che sul flop scendono 7QK. Stavolta è subito Gino a promuovere l’action con una bet da 7.200, semplice call di Zambon. Sul turn A, ma la dinamica resta la stessa: bet 15.200 e call di Simone. Chissà se è stato il 4 al river o la volontà di dare continuità alla sua azione che ha convinto Ciarelli a pushare gli ultimi 55K rimastigli, fatto sta che dopo il call di Zambon lo showdown è impietoso: doppia coppia per il futuro vincitore e solo 48 di picche per il player di Teramo che con la sua bottom pair al river si porta in mare aperto.
Ma la partita non è finita perché, come già detto, Ciarelli era in vantaggio ed in accordo alla massima ‘one chip one chair’ solo qualche minuto dopo trova un double-up frutto di un colore all’asso di cuori: si assesta così a quota 28K.
A quel punto tutto sarebbe stato possibile ma il cooler è sempre in agguato: AK per Simone, KQ per Gino Ciarelli. L’all-in è lanciato preflop ed immediatamente chiamato da Simone Zambon. Il board con tre ganci, 36J-J-J, assicura un viaggio a Simone verso il Main Event carico di aspettative e speranze.
Dopo il 38esimo di Kranjska Gora 2011, Zambon è alla ricerca di un’affermazione importante nel tour live made in People’s: sarà a gennaio la volta giusta?