Pubblicato il in News, People's Poker Tour

Saverio De Lorenzis ce l’ha fatta: sarà seduto ai tavoli del Main Event del People’s Poker Tour, dopo aver strappato un ticket per raggiungere Saint Vincent. Per seguire le orme di Minniebet (nickname scelto da De Lorenzis in onore del marchio di cui è anche titolare), che già più volte era arrivato ad un soffio dall’ambito premio, ci saranno ancora poche occasioni: una stasera, poi, l’ultimissimo appuntamento con il ticket del PPTour è fissato a venerdì 27!
Due ultimissime occasioni per unirsi ai 35 già qualificati che dal prossimo 9 gennaio si contenderanno il primo premio nei saloni del Casinò Municipale di Saint Vincent.
Con De Lorenzis si sono contesi il ticket due avversari temibili, Paietta 68 e Il Custode, protagonisti entrambi di un final table pieno di colpi di scena. Anche se meglio di qualunque altro giudizio, l’action registrata al tavolo può dare un’idea di quanto sia stato serrato il confronto.

La mano che ha decretato il terzo posto è stata in pratica uno scontro a due. Quando i bui avevano raggiunto quota 400/800 ed il suo stack era a 14.200, Paietta parla per primo e, dopo aver spillato A♦ 3♠, lancia un raise da 2.400. Il Custode da piccolo, con A♠ 5♦ e chipleader provvisorio con 36K, mette nel piatto i 2K mancanti, mentre de Lorenzis decide solo di osservare la mano. E c’è da tanto da guardare perché il flop regala subito una coppia a testa: 3♥ 5♥ 2♦.
Nonostante top pair e top kicker, il Custode cela la propria forza dietro un possibile chek-raise. Però quando Paietta gli contrappone 5.840, la size non sembra bastare più al Custode che moltiplica per tre e rilancia fino a 17.520. Praticamente un all-in per Paietta che versa le ultime 5.890 e, dopo lo show down può sperare solo in un altro 3 per vincere o in un incastro col 4 per un split-pot. Invece turn e river fanno arrivare 8♦ e 9♠, decretando contemporaneamente l’eliminazione di Paietta e il volo fino ad oltre 51K per Il Custode che con il suo stack domina ampiamente De Lorenzis, rimasto in gara con poco più di 17K… praticamente un terzo del runner up.

Un heads up per nulla scontato quello disputato dai due giocatori ‘superstiti’, che hanno regalato più di un colpo di scena. Su tutte le altre, sicuramente una delle mani più significative, è stata quella che ha visto Saverio rifarsi sotto, grazie ad un importantissimo double up.
Siamo ancora a bui 400/800 con la situazione chips leggermente variata in favore del Custode che guida la classifica provvisoria 53K a 15K. Saverio De Lorenzis con K♠ T♠ suited opta per un miniraise che porta a 1.600 le chips complessivamente versate. Anche in questa circostanza Il Custode decide di spingere per tre e arriva a 4.800, forte di A♦ 8♣, una starting hand assolutamente valida per i testa a testa. Ma l’acrtion preflop non è destinata a conoscere rallentamenti e De Lorenzis, forse poco convinto proprio dalla size del suo oppo, gli pusha resti. Chiama il Custode ed ancora un volta il flop tiene in vita le speranze di entrambi i protagonisti, regalando democraticamente una coppia procapite: scendono 8♥ 2♥ K♦, seguiti da un 9♣ sulla quarta ed un T♥ al river. Per Saverio è doppia sia la coppia che lo stack: 30K a 38K, si riduce il margine tra i due ‘patrimoni’ e si riaprono tutti gli scenari.

Solo un paio di minuti dopo e qualche buio rubato uncontested, e lo score vede Saverio De Lorenzis in vantaggio 37 a 31. I bui hanno raggiunto quota 500/1000 quando il futuro vincitore spilla 9♥ 9♣: la strada scelta anche questa volta passa per un miniraise. Ed anche questa volta ai 2.000 di Saverio fa da eco un fragoroso all-in. Impossibile non chiamare per Saverio che allo show down si trova di faccia un’altra coppia, anche se meno temibile della sua: 3♥3 ♦ per il Custode. Sul flop 2♠ J♠ A♣ riducono al lumicino le speranze dell’avversario di De Lorenzis che, giunto a questo punto, può solo sperare in un runner-runner o in uno dei due 3 non ancora comparsi. Invece, 8♦ 8♣, arrivano con turn e river decretando la fine della rimonta per Saverio e l’inizio del cammino verso Saint Vincent.