PPTour di Saint Vincent – Reginax dà matto in tre mosse e vola con slitta e renne

PPTour di Saint Vincent – Reginax dà matto in tre mosse e vola con slitta e renne
Priscilla Chiffi e Gaetano Preite

Per Priscilla Chiffi la qualificazione al People’s Poker Tour è qualcosa in più di una sorpresa natalizia. La giovane giocatrice di Lecce, infatti, conquista il tour live anticipando, questa volta, anche il suo compagno Gaetano Preite che, avrà solo la partita del prossimo 27 per provare a mettersi in pari e conquistare il ticket per il Main Event. Per Preite che nell’ultima tappa ha ceduto il passo solo al vincitore Luca Moschitta durante l’heads up finale, un motivo in più per essere a Saint Vincent il prossimo 9 gennaio, ed in ogni caso un bel regalo per ricordare il Natale 2013. Ma andiamo a vedere nel dettaglio alcune giocate di Priscilla Chiffi (nickname reginax) che, va sottolineato, ha già dato, sia live che on line, ampie dimostrazioni di qualità e tecnica.

E’ la vigilia di Natale da meno di un’ora e mezza quando reginax, prima a parlare dei tre in gara e con uno stack da 32K, trova un A♥ Q♥ premiato con un miniraise da 1.600 che non conquista il piccolo buio, ruvolino (stack da 73K), mentre viene visto da spartaco52 che, da grande copre con altre 800 chips forte anche lui di due carte a fiori: J♣ 4♣. I colori del flop sembrano voler premiare questa scelta: 2♣ 3♦ Q♣. Per Spartaco prima check e poi call sui 1.600 di reginax che sceglie il low profile nonostante la top pair. Cambia poco il 7♥ che arriva al turn, praticamente stessa dinamica: check di spartaco, raise di reginax che opta per un +3.520 e call dell’avversario. Il river regala solo speranze a spartaco che con il 4♥ trova una coppietta utile solo a pagare le 5.444 che Priscilla mette dentro, dopo il solito check di spartaco.

E’ cortissimo spartaco quando da big blind decide di chiamare l’all-in di ruvolino che da piccolo aveva spillato A♦ Q♣. Circa 9mila le chips rimaste a disposizione di spartaco che con il suo A♠ T♠ spera che il board sia più nero che mai, e della serie picche! Invece scendono prima 2♦3♥Q♠, e poi 5♦ e 6♥! Spartaco fallisce la ‘rivolta’ e con la sua eliminazione dà il via all’heads-up finale.

Parte avanti ruvolino che con uno stack da 72K contro i 51K dell’avversaria può guardare con fiducia alle ultime battute del torneo. Ma la partita a scacchi è appena iniziata e con tenacia e pazienza la giocatrice leccese prima erode il vantaggio e poi sorpassa il suo oppo, infine, reginax in tre semplici mosse dà matto all’avversario.

L’action si dipana in poco più di due minuti ed inizia quando i bui hanno toccato quota 750/1.500 e gli stack si sono letteralmente invertiti. Ruvolino è a 52K e trova Q♣ 9♣, quando preflop betta 2.250. Raise di reginax che va fino a 6mila, forte del suo Q♦ Q♥. Le prime tre sul board sono 2♥ T♣ A♠, salutate da check-check. Poi, quando arriva A♣ e Priscilla continua a checkare, ruvolino rompe gli indugi e con un il suo draw di colore ne mette 7.650. Call di Priscilla che quando al river si materializza K♦ non cambia strategia e continua con il check: ruvolino questa volta sceglie una size da 12.500 per provare a non farsi chiamare… invano!

E’ sotto i 20K ruvolino quando con K♥2♦ pusha resti replicando al limp di reginax che aveva spillato A♣ 8♠. Il board 7♠ J♦ K♣ – 9♥ – 4♠ regala un double-up di speranza.

Un’aspettativa che dura poco perché, forse per via del nick, nel momento del bisogno a supporto della reginax arrivano le regine… Ruvolino da piccolo trova A♥ 6♣ e versa nel piatto i 33K del suo stack, istant call di Priscilla che nelle sue hole cards trova due importanti alleate: Q♣ Q♦. Niente assi sul board che invece si squaderna così: K♦ T♦ 2♠ – T♣ – 3♠. Le donne non si battono… e soprattutto non si batte la Chiffi che per arrivare a Saint Vincent utilizza slitta e renne.