Pubblicato il in News, Poker

XXS_2055_blogIl vincitore del Mercoledì da Leoni giocato ieri sera è Alexd3 ma il numero nel suo nickname potrebbe essere tranquillamente sostituito dal 9 proprio alla luce della performance della scorsa notte. Per comprendere questo suggerimento conviene prendere in esame alcune delle fasi decisive del torneo.

Iniziamo dalla mano che ha sancito la terza posizione. Il torneo è già in corso da oltre sei ore, i bui sono a quota 5/10K, ed il futuro vincitore con uno stack da 687mila, dopo aver spillato Q9 lancia un miniraise. Con una mano simile, JT, e 261mila chips fa call michele1963, mentre folda da BB iperNOVA che di chips ne ha 221mila. Il flop incrocia le speranze di entrambi i player: 899. Una bila per l’inseguitore e un trips per il chipleader che si traducono in check per il primo, c-bet da 26.500 per il secondo e call a chiudere il round. Sulla quarta strada arriva un T che fornisce ulteriori speranze a michele1963 che continua con il suo check-call, questa volta la size scelta Alexd3 è di 53K. Il river bianco, 3, ha come effetto il push di Alexd3 in risposta al terzo check consecutivo di michele che anche in questa circostanza opta per il call determinando di fatto la sua esclusione dal testa a testa finale.

Lo stack di Alex è a 992K quando i nove tornano protagonisti della sua action. I bui sono fermi ed il futuro vincitore primo a parlare spilla una bella coppia, 99, e sceglie un miniraise coperto dal suo oppo che ha QT e 177K di partenza. Il flop è quasi la ripetizione di quello raccontato qualche riga fa: JT9. Tris per il chipleader e bila con coppia per l’inseguitore, a questo punto le probabilità di vittoria sono 3 a 1 in favore di Alex. Postflop è iperNova il primo a parlare e imbocca la strada del check, bet da 10mila per Alex e raise del primo giocatore fino a 40K, push all-in del player con tris, e call dell’oppo. Sul turn il 4 riduce ulteriormente le possibilità del più corto che ora vede il vantaggio del chipleader arrivare fino a quota 80/20%. Per la vittoria di iperNova serve uno dei due estremi della scala, un otto o un re: scende K, il tris di nove questa volta viene superato e l’ heads-up prosegue con stack da 814mila per Alex e 355mila per iperNova.   

Il nove ritorna protagonista anche nell’ultimissima mano questa volta però, serve ad ingannare il runner up che push resti con un punto che sarà superato al photofinish.
Blinds 6/12K, ipernova sceso a 190K copre il buio con 9
8, mentre Alex, tornato a 980K, fa check con 76. Il flop è a dir poco scoppiettante: 765, subito scala nut per ipernova e top two per Alex. Nonostante lo sfoggio di punti già chiusi la scelta dei due player cade sul check-check. Il T al turn allunga la scala di ipernova ma anche il rischio di regalare carte utili all’avversario, possibilità che determina un’accelerata all’action. Minimum bet per Alex e push di ipernova che quando riceve il call di Alex è di molto avanti nelle chance di vittoria: 90 a 10 le percentuali prima del river. Solo un sei o un sette, in totale 4 outs, potrebbe sovvertire gli equilibri. Manco a dirlo scende il 6♣, Alex chiude un full che gli vale primo posto e i 1.127 euro della prima moneta, generata dai 195 giocatori che hanno incrementato il garantito di oltre il 12%. 

Stasera allo stesso orario,20:55, ritorna  XXS il torneo che mette in palio 5mila euro di montepremi garantito e che per la bolla ha in serbo la restituzione del buy-in da 40 euro.