Pubblicato il in News, People's Poker Tour, Poker

Danilo ‘players671’ Capogna e Filippo ‘bins23’ Cascavilla ritratti ai tavoli del People’s Poker Tour

Danilo ‘players671’ Capogna e Filippo ‘bins23’ Cascavilla ritratti ai tavoli del People’s Poker Tour

 

Danilo ‘players671’ Capogna e Filippo ‘bins23’ Cascavilla sono i due qualificati di ieri per la prossima tappa del People’s Poker Tour, in calendario dal 10 al 14 dicembre prossimi a San Marino. Li avevamo incontrati entrambi a Portorose nel maggio scorso, in occasione della seconda tappa: Danilo, proveniente dalla provincia di Frosinone, aveva pagato il prezzo dell’inesperienza, visto che era al suo primo live di una certa rilevanza; Filippo, invece, tornava dopo una lunga assenza, durante la quale si era dedicato alla sua attività nella sua amata San Giovanni Rotondo.

 

Proprio questa voglia di sedersi nuovamente ai tavoli aveva regalato al player pugliese grande concentrazione, facendogli giocare un ottimo torneo. Purtroppo, aveva dovuto arrendersi a pochi passi dalla zona premi, sentendo di avere poco da recriminarsi.

 

A Malta, invece, abbiamo ritrovato soltanto Danilo, che aveva conquistato il Main Event grazie a un altro satellite: decisamente meglio il suo torneo, ma anche questa volta non è riuscito nell’impresa di arrivare a premio.

 

Per l’ultima tappa entrambi potranno rigiocarsi le loro carte, dopo aver conquistato il pacchetto ieri sera. Non deve essere stato facile per Filippo quando, rimasti in tre, da chipleader aveva visto il più corto raddoppiare proprio ai suoi danni, accorciandolo pesantemente. Diverso, invece, il cammino del player frosinate al quale abbiamo chiesto un parere sul torneo di ieri: “A 30 left mi trovavo nelle ultime posizioni, poi piano piano, riuscendo ad arrivare soltanto un paio di volte allo showdown, sono risalito fino a guadagnarmi il tavolo finale. Al Final Table ho giocato poche mani… visto il risultato, pare abbia selezionato le mani giuste!” (ride, ndr).

 

Abbiamo chiesto a Danilo di raccontarci un episodio particolare legato al PPTour, e ha scelto di parlarci dell’unica qualificazione mancata: “Avevo già sfiorato la qualificazione anche per la prima tappa, Saint-Vincent, perdendo l’heads-up finale contro un certo Emanuele Lovascio. Quel Lovascio che sarebbe poi stato incoronato campione nel Main Event valdostano”. Secondo voi la Sorte gli avrebbe riservato lo stesso destino se quell’heads-up lo avesse vinto lui??

 

A San Marino entrambi potranno provare a scrivere un nuovo capitolo… noi saremo lì a raccontarlo!